Morte Maradona, le reazioni dal mondo dello sport

Tanti i saluti e i messaggi d’amore per il “Diez” Diego Armando Maradona, deceduto nella giornata di ieri in seguito ad un arresto cardiorespiratorio in Argentina.

Commozione per la morte di Maradona

Commozione per la morte di Maradona

Globalsport 26 novembre 2020

Tra i primi a commentare la scomparsa dell’idolo argentino è stato Pelè’, che esprime la sua sofferenza sulla scomparsa del rivale storico. Riferisce cosi il brasiliano: “È triste perdere amici in questo modo. Sicuramente un giorno giocheremo a calcio insieme in cielo”.

 

Commenta, invece, così il fenomeno argentino del momento Lionel Messi: “Un giorno molto triste per tutti gli argentini e per il calcio. Ci lascia ma non se ne va, perché Diego è eterno. Conservo tutti i bei momenti vissuti con lui e colgo l’occasione per inviare le mie condoglianze a tutta la sua famiglia e ai suoi amici”.

 

Arriva ovviamente anche la reazione dell’altro campione, il portoghese Cristiano Ronaldo che afferma: “Oggi dico addio a un amico e il mondo saluta un genio eterno. Uno dei migliori di tutti i tempi. Un mago senza eguali. Se ne va troppo presto, ma lascia un’eredità senza limiti e un vuoto che non verrà mai colmato. Riposa in pace, fenomeno. Non sarai mai dimenticato”.

 

Zinedine Zidane: “La notizia della scomparsa di Maradona è stata molto triste, non solo per il mondo del calcio ma per il mondo intero. Ricordo soprattutto il Mondiale del 1986, avevo 14 anni. È stato un giocatore unico. Il mio idolo era Francescoli, ma volevamo tutti imitare Maradona. Ho avuto la fortuna di potergli dire che era fantastico”.

 

Gianluigi Buffon: Una foto di gruppo, con grandi campioni, e al centro Maradona. Gianluigi Buffon posta il suo ricordo con parole ricche di malinconia. “Quel giorno eravamo tutti lì ad ascoltare i tuoi racconti, trascinati dalla tua leadership - scrive il portiere della Juventus sui suoi social - Quello stesso carisma che, unito al tuo sconfinato e ineguagliato talento, ti permetteva di prenderti ogni volta la ribalta. Di essere al centro di tutto e tutti. Dei tuoi compagni, che in campo dipendevano dalle tue giocate e dalla tua classe. Dei tuoi avversari, inermi di fronte a tanta bellezza ma allo stesso tempo consapevoli di assistere a un qualcosa di unico. Mi mancherai Diego. Mancherai a tutte le persone che hai fatto emozionare. Mancherai al calcio. E mancherai a noi che guardando le tue magie abbiamo sognato di poter ripercorrere le tue gesta in campo. Grazie”.

 

Alessandro Del Piero: “ Se stessi con un vestito bianco a un matrimonio e arrivasse un pallone infangato, lo stopperei di petto senza pensarci». Alessandro Del Piero sceglie di ricordare Diego Armando Maradona con una delle sue frasi più celebri. Parole che trasmettono tutto l’amore per il calcio del numero 10 per eccellenza, deceduto oggi all’età di 60 anni. «Buon viaggio Diego! #RIP».

 

Silvio Berlusconi: “Grande campione nella vita e straordinario avversario in campo. Con Maradona ci lascia un simbolo e una bandiera del calcio. Ne sono molto addolorato”.

 

Aurelio De Laurentiis: “Maradona era una leggenda. Il fenomeno più importante del calcio. Non c’è nessuno che può essere paragonato a lui, è stato unico. Un genio, un pittore del calcio: maledetto e formidabile, un po’ caravaggesco”.

 

Lorenzo Insigne: “Dal primo giorno in cui sei arrivato nella nostra amata Napoli, sei diventato un Napoletano doc. Hai dato tutto per la tua gente, hai difeso questa terra, l’hai amata. Ci hai regalato la gioia, i sorrisi, i trofei, l’amore”.