George Russell sarà il compagno di scuderia di Hamilton alla Mercedes dal 2022

Il pilota britannico, classe 1998, era sotto contratto con la Williams e già lo scorso anno fu chiamato proprio dalla Mercedes a sostituire Lewis Hamilton positivo al Covid nel Gp di Sakhir.

George Russel, pilota nato a King's Lynn nel 1998

George Russel, pilota nato a King's Lynn nel 1998

Globalsport 7 settembre 2021

Il nuovo compagno di squadra di Lewis Hamilton sarà dal 2022 il connazionale George Russell, che prenderà il posto di Valtteri Bottas che lascia la Mercedes dopo 5 anni per passare invece alla Alfa Romeo.

“Sono eccitato e umilmente onorato di entrare in Mercedes il prossimo anno; Ringrazio i compagni di lavoro e gli amici che lascerò in Williams; Sono emozionato ma so che sarà una sfida impegnativa, il mio obiettivo sarà ripagare la fiducia di Toto Wolff; uno dei miei compagni sarà il più grande pilota della storia, Lewis Hamilton, un riferimento per me da quando correvo nei kart”, queste le parole del 23enne che si leggono nel comunicato della scuderia tedesca.

Per il giovane britannico arriva la grande chance dopo tre stagioni di Formula 1 alla Williams.

Nelle giovanili Russell aveva già dimostrato tutto il suo talento vincendo la F4 britannica nel 2014, la Gp3 nel 2017 e la F2 nel 2018, successi che gli permisero di diventare pilota collaudatore proprio della Mercedes.

Russell ha già debuttato con la scuderia di Wolff: lo scorso anno, a causa della positività al Covid di Hamilton, fu chiamato a guidare nel Gp di Sakhir, gara che ha segnato definitivamente la sua carriera per ciò che dimostrò in pista.

La Mercedes ha tenuto a sottolineare che “la decisione non è stata facile per il contributo che Bottas ha dato e continua a dare in queste stagioni, per il ruolo di perno fondamentale che ha ricoperto nella conquista dei Mondiali dal 2017 in avanti”, ma era ora di guardare al futuro.

E sicuramente la firma di uno dei migliori talenti della sua generazione, al pari di Max Verstappen, Charles Leclerc, Lando Norris ed Esteban Ocon, è stato un grande colpo.