Napoli battuto dallo Spartak Mosca: si giocherà il passaggio del turno all'ultima gara

In terra russa la squadra di Spalletti regala il primo tempo agli avversari. Nella ripresa a nulla serve la rete di Elmas

Spartak Mosca-Napoli

Spartak Mosca-Napoli

Globalsport 24 novembre 2021

La qualificazione ai sedicesimi di finale è appesa a un filo e tutto dipenderà dall’ultima sfida nel girone.

A Mosca il Napoli si complica la vita e perde ancora contro una squadra modesta ma che gioca al meglio delle possibilità. Invece la squadra di Spalletti regala il primo tempo agli avversari e quando prende in pugno la gara trova anche un ottimo portiere, Selikhov.

Ora il percorso per la qualificazione ai sedicesimi si complica. Aspettando di vedere cosa succederà giovedì sera in Leicester-Legia appare probabile che servirà vincere contro gli inglesi, sperando basti per il primo posto.

Spalletti invece decide di lasciar fuori Fabian Ruiz, arretrando in mediana Zielinski e schierando tutti gli attaccanti a disposizione, con Mertens alle spalle di Petagna e Lozano ed Elmas esterni. Ma neanche il tempo di stabilire le posizioni in campo e dopo 40 secondi ecco l’episodio condizionante: l’olandese Promes - già decisivo con un la doppietta all’andata - appena entrato in area entra in contatto con Lobotka.

Lo slovacco è goffo e commette fallo, il francese Turpin non ha dubbi a indicare il dischetto da dove Sobolev spiazza Meret. Pronti via, sotto la neve e sotto di un gol, il Napoli si impappina. E non riesce a far partire bene la manovra. Anzi sono le conclusioni di Moses e Dzhikiya a sfiorare il 2-0.

La mediana Lobotka-Zielinski non riesce a dare verticalità all’azione. Ci riesce accentrandosi solo Elmas che al 16’ sfiora il pari con una doppia conclusione sulla quale è reattivo Selikhov. Napoli in difficoltà ma che va a un passo dal pareggio con Zielinski (cross di Lozano) ed è ancora bravo il portiere russo a salvarsi.

I russi sono meno in difficoltà sul campo che si ghiaccia con là temperatura che scende sotto lo zero. Anche se ironia della sorte è un nigeriano a trovare il numero migliore. Perché Moses scherza con un paio di finte Mario Rui e mette un delizioso pallone sulla testa di Sobolev con Koulibaly fuori tempo. Perfetto lo stacco del centravanti e 2-0. Davvero un incubo lo Spartak per il Napoli.

È quello che mette in campo il Napoli in avvio ripresa. Peccato che un gol di Di Lorenzo venga annullato perché sfiora il pallone di testa Petagna mettendo effettivamente oltre la linea il terzino. Gli azzurri spingono con più convinzione e lo Spartak va in difficoltà.

Koulibaly non riesce ad angolare un cross di Lozano. E così dopo un altro salvataggio di Selikhov su Mertens ecco il 2-1. Lo segna Elmas di testa ma è bella l’avanzata di Mario Rui e il cross ben lavorato da Petagna. Spalletti ha ridisegnato i suoi con un 3-4-2-1 che allarga le maglie della difesa russa. Si gioca negli ultimi 30 metri ma la bufera di neve imperversa e non è semplice gestire il pallone. Al 90’ una girata di testa ancora di Elmas trova pronto alla deviazione Selikhov.