Mourinho è il nuovo allenatore della Roma: accordo fino al 2024

Nella giornata in cui è stato reso noto la separazione a fine stagione con Fonseca, la Roma ufficializza a distanza di poche ore il connazionale come nuovo tecnico per le prossime 3 stagioni

La foto comparsa sui profili social della Roma con cui è stato annunciato l'accordo con il tecnico portoghese

La foto comparsa sui profili social della Roma con cui è stato annunciato l'accordo con il tecnico portoghese

Globalsport 4 maggio 2021
Due fulmini in un ciel non tanto sereno quelli odierni capitati a Roma: dopo l'annuncio in mattinata della fine del rapporto a fine stagione con l'attuale tecico Paulo Fonseca, la società giallorossa annuncia che a partire dalla stagione 2021-22 a guidare la squadra sarà lo Special One, Jose Mourinho.

Accordo di durata triennale per l'ex Tottenham, esonerato il 19 Aprile scorso, ma sopratutto ex Inter per la quale proprio due giorni fa aveva sottolineato l'affetto speciale che lo lega alla società con cui ha vinto il triplete nel 2010, che non gli avrebbe impedito di tornare ad allenare in Italia, anche per allenare una società rivale della sua ex squadra, poiché, ha detto al Times, "ho un modo molto professionale di valutare le cose e mi sento bene con me stesso", parole che oggi suonano come un indizio.
Mou ha quindi superato all'ultimo Sarri, dato per molti come futuro allenatore della società capitolina e già in procinto di cambiare la rosa con voci sulle cifre del suo accordo, nella corsa per la panchina giallorossa, forse anche per la sua reputazione agli occhi dei proprietari che, nel sito ufficiale della società, affermano: “siamo lieti ed emozionati di dare il benvenuto a José Mourinho nella famiglia dell’AS Roma, José è un fuoriclasse che ha vinto trofei a ogni livello e garantirà una leadership e un’esperienza straordinarie per il nostro ambizioso progetto.
L’ingaggio di José rappresenta un grande passo in avanti nella costruzione di una mentalità vincente, solida e duratura, nel nostro Club”.
Alle parole a firma della famiglia proprietaria fanno eco quelle riportate nell'annuncio ufficiale da parte di Tiago Pinto, general manager dell'area sportiva: "quando José ci ha dato la sua disponibilità, abbiamo immediatamente colto l’occasione per parlare con uno dei migliori allenatori di tutti i tempi, siamo stati impressionati dal suo desiderio di vincere e dalla sua passione per il gioco del calcio: per lui non contano i trofei vinti in carriera ed è sempre concentrato sul prossimo.
Possiede la conoscenza, l’esperienza e la leadership per competere a tutti i livelli, siamo consapevoli di quanto, per poter costruire un progetto sportivo di successo, siano necessari il tempo, la pazienza e le persone giuste al posto giusto, siamo decisamente convinti che José sarà l’allenatore perfetto per il nostro progetto, sia a breve sia a lungo termine. Tutti insieme, con la visione e l’ambizione di Dan e Ryan, costruiremo le fondamenta di una nuova AS Roma”.
Sul sito della squadra giallorossa sono poi riportate le parole del prossimo tecnico, presentato come "uno dei tre allenatori che sono riusciti a vincere la Champions League con due sqaudre diverse, impresa che ha ripetuto anche in Europa League" sottolineando quindi i suoi successi a livello internazionale, che ringrazia la famiglia Friedkin per averlo scelto sopratutto per l'ambizione manifestata dai componenti della società che lui stesso coltiva e che è sicuro possano aiutare a costruire insieme un percorso vincente negli anni a venire.