Top

La NFL si tinge d'azzurro

Mancano pochi mesi al draft NFL e una delle prime scelte è italiana

La NFL si tinge d'azzurro

Redazione Modifica articolo

13 Aprile 2023 - 11.48


Preroll

Di Lorenzo Nebbiai

OutStream Desktop
Top right Mobile

AGI ha intervistato Habakkuk Baldonado, promessa italiana classe 1999 del Football Americano, trasferitasi negli Stati Uniti a 17 anni, dopo aver ricevuto una borsa di studio per andare a studiare e giocare a Football alla Clearwater Academy International, nello stato della Florida, a cui ha seguito l’iscrizione all’università di Pittsburgh. Il ragazzo ha giocato 4 anni nei campionati di college, prima di dichiararsi eleggibile per il draft 2023: la selezione dei migliori giocatori del college da parte delle 32 franchigie degli Stati Uniti (spalmate su 30 città diverse). Al momento è previsto che verrà scelto come quinta o sesta scelta, un piazzamento molto alto, che fa di lui uno dei giovani più interessanti del panorama statunitense. Ma Habakkuk resta coi piedi per terra “in realtà non si può dire, queste sono le previsioni, ma poi non si sa quando verrai scelto.”

Middle placement Mobile

Il romano classe 1999 ha brillato particolarmente nei test atletici e nelle prove di abilità nel corso della NFL Scouting Combine, un evento organizzato per permettere agli scout delle franchigie di poter osservare da vicino e valutare direttamente coloro che si sono resi eleggibili al draft. Habakkuk ha brillato nella corsa, nei cambi di direzione, nel salto in lungo con stacco da fermo. Ciò lo rende indubbiamente uno dei giovani più interessanti per le varie squadre americane.

Dynamic 1

Habakkuk è partito quindi alla conquista dell’America ma non dimentica Roma e il suo quartiere, Monteverde/Portuense. “Quando smetterò tornerò in Italia, è lì che voglio vivere” racconta e precisa di come il suo cuore sia ancora nella sua vecchia casa “Qui sono cresciuto tantissimo a livello professionale e come uomo anche perché sono stato costretto a vivere da solo. Ma la mia famiglia e i miei amici sono lì. Di solito torno in Italia una volta l’anno, ma adesso spero di poter tornare molto di più.”

Mancano pochi mesi quindi e potremmo vedere il primo giocatore nato e cresciuto in Italia in NFL. Non il primo italiano, però, Giorgio Tavecchio, milanese di nascita, ha giocato ad Oakland e Atlanta tra il 2014 e il 2018 ma lui in Italia ci è solo nato, poi è cresciuto e vissuto in America.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile