Roland Garros 1° turno: Sinner soffre ma vince, fantastico Musetti contro Goffin; eliminato Sonego

L’altoatesino vince al 5° set contro Herbert e sfiderà il connazionale Mager. Federer si presenta battendo in scioltezza 3-0 Istomin. Sonego battuto 3-0 da Harris.

Jannik Sinner

Jannik Sinner

Globalsport 31 maggio 2021

Italiani:
Bellissima vittoria di Lorenzo Musetti che batte 3-0 David Goffin.
Partita risolta in 2 ore e 18 minuti in cui il classe 2002 ha addirittura lasciato a 0 l'avversario nel primo set.
Decisamente più combattuti gli altri due terminati 7-5 e 7-6 (7-3).
Esordio in un Gran Slam a dir poco sensazionale per il tennista carrarese che ha dominato il gioco contro il numero 13 al mondo.
Musetti affronterà nel prossimo turno Nishioka.
Nel femminile avanti Martina Trevisan, che batte 2-1 Alison Van Uytvanck (7-5, 4-6, 6-4) e che dovrà vedersela con la romena Sorena Cirstea, e Camila Giorgi che ha sconfitto la croata Petra Martic, numero 23 al mondo, 6-2, 6-7, 6-4.

Eliminato Lorenzo Sonego che subisce una pesante sconfitta per 3-0 da parte di Harris.
Battuta di arresto dell'italiano che arrivava con grandi aspettative al Roland Garros dopo le brillanti prestazioni di Roma.
Invece quello sceso in campo oggi, nonostante la grinta del giocatore che ha provato a rimanere in gara fino alla fine, era totalmente un altro Sonego rispetto a quello visto agli Internazionali sotto il punto di vista tecnico.

Nel primo pomeriggio vittoria per Jannik Sinner che batte 3-2 il francese Herbert dopo 3 ore e mezzo di partita durissime.

Il giovane tennista di Sexten ha vinto il primo set 6-1 dominandolo, ma l’avversario, sfruttando anche un calo fisico di Sinner, lo ha messo a dura prova, giocando sugli inevitabili limiti tecnici del ragazzo.

Ma Sinner ha dimostrato di avere una testa e un cuore non scontati per uno della sua età e nel 4° set salva addirittura un match point svoltando la partita.

La gara si è conclusa 6-1, 4-6, 6-7, 7-5, 6-4, con Jannik che nel post-partita ha voluto precisare di essere consapevole di poter contare sul proprio carattere: "Quando sei in campo devi essere sempre lì perché la testa è l'unica cosa che ti puoi gestire e dove l'avversario non può entrare. Per me la testa è un colpo, come il servizio e il dritto. Forse anche il colpo più importante".

Al 2° turno sarà dunque derby italiano con Mager che ha battuto Gojowczyk 3-1 (6-2, 3-6, 6-4, 7-5), nonostante la sorpresa arrivata pochi minuti prima dell’inizio del match: infatti, Mager avrebbe dovuto sfidare l’australiano John Millman che però è stato obbligato a dare forfait, costringendo il tennista di Sanremo a riordinare i suoi schemi in pochissimo tempo.

 

Nella giornata di ieri invece Fognini ha battuto 3-0 (6-4, 6-1, 6-4) Barrere, mentre è stato eliminato Giannessi.



Big:

Torna in grande spolvero Roger Federer che si impone 3-0 su Istomin.

Per il campione svizzero, tornato in campo nell’open di Ginevra dove è stato eliminato agli ottavi da Andujar, un’ottima prova soprattutto dal punto di vista fisico, che era l’aspetto più interessante da valutare, con nemmeno una palla break concessa all'avversario.

Avanti anche Medevedev e Tsitsipas che hanno eliminato entrambi con un 3-0 rispettivamente Bublik e Chardy.

Maggior fatica per Zverev che è passato al 5° set sul connazionale Otte.

Ancora una volta niente da fare invece per il numero 4 al mondo Thiem che non riesce più a ritrovarsi e a trovare la vittoria dopo gli infortuni.

Lo svizzero, che ha trionfato allo Us Open di quest'anno, è tornato a giocare a Madrid dopo essere stato costretto a saltare Montecarlo e Belgrado, cercando di trovare la giusta condizione per affrontare al meglio il Roland Garros, ma ecco che viene eliminato al primo turno da Andujar (che nel giro di 12 giorni ha battuto sia lui sia Federer).

Per lui un momento no, non solo condizionato dagli infortuni fisici, ma anche da uno stato mentale non eccelso: “Quando passi tutta la vita a inseguire un obiettivo che ti condiziona l'esistenza, una volta che lo hai raggiunto cambia tutto: è normale. Quando ho vinto lo US Open, ero euforico. Ma, preparandomi per questa stagione, sono finito in un buco nero. Vedremo se riuscirò a uscire, non lo so. È difficile giocare ogni settimana in queste condizioni. Ci sono sportivi che sono riusciti ad adattarsi, ma questa incertezza ha cambiato tutto. Mi sento vuoto.” Ha detto.