Cancellata la maratona di New York causa Covid-19: "Decisione necessaria per la sicurezza"

Michael Capiraso, a capo degli organizzatori di New York Road Runners, e Bill de Blasio sindaco di New York hanno espresso la loro opinione in merito

Maratona di New York

Maratona di New York

Globalsport 24 giugno 2020

L'emergenza coronavirus ha colpito anche la maratona di New York. La cinquantesima edizione, in programma domenica 1 novembre, è stata definitivamente cancellata. Ogni anno, questa manifestazione raccoglie circa 50.000 corridori, di cui all’incirca 10.000 volontari. Senza contare il milione di fan che si raduna lungo le strade della città per sostenere gli atleti.


Michael Capiraso, a capo degli organizzatori di New York Road Runners ha affermato: "L'annullamento della Tcs New York City Marathon di quest'anno è incredibilmente deludente per tutti i soggetti coinvolti, ma era chiaramente il corso che dovevamo seguire dal punto di vista della salute e della sicurezza".


È la seconda volta che la corsa più popolare del mondo viene cancellata: l`unico altro precedente nel 2012, dopo il passaggio dell`uragano Sandy.


Anche il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha espresso in una nota tutta la sua ammirazione verso il New York Road Runners per aver pensato alla messa in sicurezza dei cittadini prima che alla manifestazione di per se: "Mentre la maratona è un evento iconico e amato nella nostra città, applaudo a New York Road Runners per aver messo al primo posto la salute e la sicurezza di spettatori e corridori. Non vediamo l'ora di ospitare la maratona della cinquantesima edizione nel 2021".


A coloro che si erano iscritti per la gara nel 2020 sarà offerto il completo rimborso della quota o la possibilità di partecipare alle edizioni 2021, 2022 o 2023.


La maratona del 2021 si terrà il 7 novembre.