Top

La Juventus in rimonta a Spezia vince la prima partita di campionato: la ribaltano Chiesa e De Ligt

Dopo essere passata in vantaggio prima della mezz'ora con Kean ed essere stata rimontata da Gyasi e Antiste, la Juve sbanca il Picco grazie alle reti dei due giocatori più criticati da Allegri

La Juventus in rimonta a Spezia vince la prima partita di campionato: la ribaltano Chiesa e De Ligt

Globalsport

22 Settembre 2021 - 18.30


Preroll

Dopo l’1-0 di Kean e il 2-1 firmato Gyasi dopo 5 minuti e Antiste all’alba del secondo tempo, la Vecchia Signora ribalta il risultato con i goal di Chiesa al 66° e di De Ligt al 72° e conquista la prima vittoria del primo campionato targato Allegri bis dopo una sfida per lunghi tratti equilibrata grazie sopratutto all’organizzazione difensiva dello Spezia, ben messo in campo da Thiago Motta.
Per gli ospiti sugli scudi Dybala, che ha più volte tentato di suonare la carica nel primo tempo ed il primo a rispondere dopo il goal dello svantaggio, Chiesa e De Ligt, criticati tra le righe da Allegri quando il livornese ha parlato di cambi sbagliati e di giocatori che devono prendere consapevolezza di cosa voglia dire giocare nel club bianconero, infine Szczesny, autore di una grande parata nel finale su Maggiore che ha bloccato il risultato.
Dall’altra parte, dopo la grande partita contro il Venezia si conferma Antiste, attaccante dall’argento vivo addosso che è riuscito nella partita sulla carta più difficile a timbrare per la prima volta il cartellino, poi molto bene i giocatori sulla trequarti, con Gyasi oggi in rete e il capitano Maggiore tra i più positivi; meno bene la difesa, con i centrali bravo a campo aperto ma molto meno decisi nelle marcature nella propria in occasione dei calci piazzati.
Nel prosismo turno lo Spezia giocherà nuovamente in casa ospitando un’altra grande squadra come il Milan, sabato 25, cercando di dare continuità alle buone prestazione fornite negli ultimi due turni sperando in un ulteriore scherzetto ai rossoneri dopo la vittoria l’anno scorso; la Juventus invece andrà di scena il giorno dopo all’Allianz Stadium dove ospiterà la Sampdoria.

OutStream Desktop
Top right Mobile

La cronaca del secondo tempo
90+6′

Middle placement Mobile


90+4′
Altro ammonito, ancora tra le fila spezzine: punito Nzola per aver fatto muro su De Ligt per favorire il colpo di testa di Salcedo con un modus operandi consono ad altri sport come basket o football americano.

90+2′
Secondo ammonito del match dopo Nikolaou dello Spezia, punito all’85° per placcaggio su Kuluseveski: cartellino per Morata per aver colpito con una manata al volo lo stesso difensore ex Empoli nel tentativo di liberarsi della sua marcatura.

90′

Dynamic 1


85′
Alex Sandro recupera il pallone intercettando un passaggio avversario per poi perderlo nuovamente per un appoggio troppo corto per un compagno, Sala quindi se ne impossessa crossando sul secondo palo dove Danilo calcola male i tempi e salta in anticipo favorendo Maggiore che addomestica il pallone concludendo da pochi metri, compie un grande intervento Szczesny che respinge.


84′

Dynamic 2


77′


72′
Goal Juventus:
calcio d’angolo battuto da Dybala, sponda di Alex Sandro per Bonucci che cerca di intercettare il pallone che viene però buttato fuori laddove è appostato De Ligt, tutto solo, che di destro calcia di collo mandando il pallone rasoterra accanto al primo palo.

Dynamic 3

67′


66′
Goal Juventus:
all’altezza della bandierina del calcio d’angolo Chiesa approfitta dell’errore di Verde che tenta di fargli tunnel e avanza fino al limite dell’area servendo poi in area Morata: lo spagnolo cerca di trovare lo spazio per liberare il tiro spalle alla porta ma non riesce, arriva di gran carriera il numero 22 che controlla il pallone al limite dell’area in una selva di giocatori in maglia bianca, a tunnel a Nikolaou e in scivolata davanti a Zoet manda il pallone in rete.
Immagine

65′
Si salva la Juve con Verde che allarga per Bastoni sulla linea laterale da dove il terzino spezzino mette in mezzo il pallone con un rasoterra: in area Maggiore fa il velo a vantaggio di Antiste che cicca il pallone con il mancino riprovandoci con il destro, tiro respinto da Locatelli.

61′
Sugli svilupp del calcio d’angolo Dybala rimette in mezzo il pallone, Morata fa la torre per Bonucci che in mezzo a due avversari riesce ad impattare di testa ma il pallone termina alto.

Dynamic 4

60′
Ci prova Dybala dalla distanza, Zoet respinge volando sul pallone.

54′
Risponde subito la Juventus con Dybala che dopo aver battuto il calcio d’angolo, con il pallone ributtato fuori dalla difesa di casa, rimette il pallone in mezzo per la testa di Kean: blocca la conclusione dell’autore del primo goal Zoet.

49′

Goal Spezia: capovolgimento di fronte con Maggiore che dopo aver ricevuto il pallone da Bourabia servito da Hristov, bravo a fermare un’azione offensiva ospite con Bentancur che ha tentato il tiro da fuori area respinto poi dal giovane bulgaro, lancia a campo aperto Antiste che brucia in velocità Bonucci avanzando fino all’area per poi fermarsi per rientrare sul destro e concludere in rete sul palo del portiere: Szczesny non può nulla anche per la deviazione di Bonucci che ha mandato fuori tempo l’ex Roma.

46′

Dynamic 5

Primi 45 minuti terminati al Picco dove la squadra di casa è sull’1-1 contro la Juventus in una partita per lunghi tratti bloccata ma che alla mezz’ora si è accesa con il tiro da fuori area che ha sbloccato il match di Kean e la conclusione potente di Gyasi dopo 5 minuti che ha riportato in parità il punteggio.
Tra i padroni di casa molto bene Dybala, che sembra l’unico in grado di saltare l’uomo e il pi coraggioso andando spesso al tiro, mentre in ombra soprattuto Chiesa, ben fermato dal complesso sistema spezzino; dall’altra parte è ben marcato il terminale offensivo Antiste, mentre dietro i centrali di casa si stanno disimpegnando bene.

La cronaca del primo tempo
45′


44′
Punizione in posizione centrale da distanza non ravvicinata ma nemmeno elevata, Dybala tenta la conclusione più di piatto che d’interno: palla che va verso il palo più lontano di Zoet ma l’ex Psv aveva già capito ed agguanta la sfera.

43′
Ancora Dybala che riceve il pallone al limite dell’area e tenta di prima la conclusione, svirgola però l’ex Palermo.

42′
Tenta la conclusione dai 20 metri ancora il capitano della Juve Dybala: la colpisce bene l’argentino, il pallone però è centrale e Zoet devìa in calcio d’angolo.

41′
Si conquista la punizione nella lunetta davanti l’area di rigore e la va a calciare Paulo Dybala: calcia d’interno l’argentino ma non riesce ad angolare il pallone, Zoet blocca la sfera senza difficoltà.

33′
Goal Spezia:
calcio d’angolo per i padroni di casa battuto da Verde che scambia con Bourabia per poi all’incrocio delle linee dell’area di rigore tenta la conclusione d’interno ma Szczesny smanaccia; l’azione non è finita perché Gyasi addomestica il pallone dalla parte opposta e conclude di potenza: pallone che si alza per l’intervento di Bentancur, Szczesny battuto per la tredicesima volta di fila.
Immagine

28′
Goal Juventus
: lancio di Bonucci all’indirizzo della torre Rabiot, inseritosi in zona centralmente dalla fascia sinistra, che l’appoggia per il talento italiano classe 2000 che controlla il pallone e dalla linea del limite dell’area conclude in porta spedendo la palla a baciare il palo più lontano per l’estremo difensore di casa.
Immagine

13′
Angolo Juventus con la palla che arriva all’altezza del dischetto, dopo colpo di testa di Bonucci deviato da McKennie, dove è appostato de Ligt che di controbalzo calcia di sinistro: pallone alto e non di poco.

12′
Azione avvolgente dei padroni di casa con Maggiore che al limite dell’area perde il pallone per il pressing avversario, ripartenza degli ospiti con Kean che prova dalla linea di centrocampo ad andare in porta ma i due centrali di casa, Hristov e Nikolaou, lo controllano bene.


2′
Cross in mezzo di Amian, Bonucci buca la respinta che sorprende anche Gyasi, dietro di lui: l’ex Torino manca l’impatto al centro dell’area di un soffio.

1′


Le formazioni

Spezia (4-2-3-1): Zoet; Amian, Hristov, Nikolaou, Bastoni; Bourabia (dal 77′ Sala), Ferrer; Verde (dal 77′ Manaj), Maggiore (dall’85’ Salcedo), Gyasi; Antiste (dal 77′ Nzola).

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, de Ligt, Bonucci, De Sciglio (Dal 46′ Alex Sandro); Chiesa (dall’84’ Kulusevski), McKennie, Bentancur (dal 46′ Locatelli), Rabiot (Dal 67′ Bernardeschi); Dybala, Kean (Dal 59′ Morata).

Il pre-partita
Dopo la vittoria a Venezia contro l’altra neopromossa, lo Spezia di Thiago Motta ha subito un altro test importante per capire le proprie possibilità in una stagione cominciata sotto il segno della sfortuna, con numerosi giocatori indisponibili in ogni giornata; di necessità ha fatto virtù l’ex tecnico del Genoa dato che ha sperimentato con ottimi risultati il terzino sinistro Bastoni come mezzala contro Cagliari e Venezia dove ha segnato e Salva Ferrer, terzino destro, anch’esso spostato a centrocampo e confermato in tale posizione anche per la partita di oggi non più come mezzala ma mediano.
Davanti confermatissimo il giovane francese classe 2002 Antiste, autore di una buona prestazione contro il Venezia ma che oggi dovrà vedersela con Bonucci ma soratutto De Ligt, di ritorno in campo dal primo minuto in campionato come non accadeva dalla sconfitta allo Stadium contro l’Empoli alla seconda giornata.
Se da una parte rispetto all’ultima giornata l’unica novità è l’inserimento di Bourabia, match-winner della partita al minuto 94, al posto di Sala, dall’altra parte in campo il giovane olandese al posto di Chiellini, poi non ci sarà Alex Sandro in favore di De Sciglio, in panchina contro il Milan ma titolare a Napoli, poi Cuadrado e Locatelli lasciano il posto a Chiesa, entrato al minuto 72 domenica, e McKennie, infine davanti accanto al titolarissimo numero 10 Dybala non ci sarà Morata, titolare nelle ultime 3 partite e sempre a segno, ma Kean, alla ricerca del primo goal stagionale.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile