Lazio-Fiorentina: 2-1 per i biancocelesti in rimonta

Vantaggio di Ribery, poi Immobile e Luis Alberto portano a Formello i 3 punti

Lazio-Fiorentina

Lazio-Fiorentina

Globalsport 27 giugno 2020

di Thomas Nigido


Lazio (3-5-2)
Strakosha; Patric, Acerbi, Bastos; Lazzari, Milinkovic-Savic, Parolo, Luis Alberto, Jony; Immobile, Caicedo

Fiorentina (4-4-2)
Dragowski; Ceccherini, Milenkovic, Pezzella, Dalbert; Lirola, Badelj, Castrovilli, Ghezzal; Ribery, Cutrone

Parte bene la Fiorentina con un paio di occasione dal limite su punizione che si infrangono entrambe sulla barriera.
Anche la Lazio ci prova con il colpo di testa di Caicedo.
Dalbert sfiora al 17' la porta con un gran sinistro dal limite che spaventa Strakosha ma finisce fuori, deviato.
Al 25' passa in vantaggio la Fiorentina con un gran gol di Ribery che parte dalla sinistra e con una magia salta due uomini, finta il tiro mandando a vuoto ACerbi e poi incrocia sul primo palo spiazzando Strakosha, 1-0 per i viola.
Il primo tempo finisce con il risultato di 0-1 con poche occasioni e una partita molto tattica e attenta delle due squadre.



Nella ripresa la Fiorentina sfiora il vantaggio più volte: al 46' Castrovilli impegna Strakosha ad una grande parata e tre minuti dopo Ghezzal colpisce la traversa con un bel sinistro a giro dal limite.
Al 64' Jony impegna ad una super parata Dragowski con una sassata da fuori.
Due minuti più tardi Caicedo controlla in area di petto un cross di Lazzari e cade a terra dopo un duello con Dragowski.
Caicedo inizia la caduta prima che effettivamente avvenga il contatto con il portiere viola ma il Var non richiama Fabbri; calcio di rigore trasformato da Immobile che spiazza Dragowski per l'1-1.
Al 70' è ancora Ghezzal ad essere pericoloso con una serpentina che termina con un sinistro a giro che finisce a fil di palo.
Al 83' passa in vantaggio la Lazio con Luis Alberto che raccoglie un rimpallo al limite dell'area e lo infila all'angolino per il 2-1.
Nel finale viene allontanato Inzaghi ed espulso Vlahovic per una gomitata vista dal Var che ha chiamato Fabbri all'On-Field Review.
Termina 2-1 con i biancocelesti che riprendono la corsa verso la Juve.