Tebas sulla Serie A: “Alcuni club erano contro la ripresa per interessi”

In videoconferenza stampa, Tebas ha inoltre chiarito la sua posizione sulla ripartenza del campionato spagnolo e delle paure dovute alla mancanza di un piano alternativo

Javier Tebas Medrano, presidente della Liga Nacional de Fútbol Profesional

Javier Tebas Medrano, presidente della Liga Nacional de Fútbol Profesional

Globalsport 12 giugno 2020

Il presidente della Liga, Javier Tebas ha parlato della Serie A, durante una videoconferenza stampa, proprio nel giorno della sua ripartenza:

“Mi sono molto preoccupato quando in Italia un gruppo di club si è esposto pubblicamente contro la ripresa. Per me avevano interesse a non riprendere e usavano la situazione sanitaria per dire che non bisognava giocare. Per fortuna la Serie A riprende, e spero che riesca anche ad arrivare in fondo”. 


Ha proseguito poi esponendo le sue preoccupazioni dovute alla mancanza di un eventuale piano B: “Non penso ci sarà un nuovo picco del virus che costringa al lockdown in casa. Appena sapremo che non possiamo giocare più, definiremo il piano. E’ nell’interesse dello sport. Altrimenti alcuni potrebbero ragionare in base al risultato che hanno al momento. Non abbiamo perso un minuto a pensare cosa succederebbe se non finisse la Liga per qualificazioni alle coppe, retrocessioni e promozioni. Alcuni club hanno provato a parlarne, ma ora non è il momento”