Top

Berlino, Jacobs trionfa nei 60 metri indoor e punta il record europeo

Il campione olimpico italiano è tornato dopo 6 mesi, vincendo con il tempo di 6,51. Venerdì prossimo sarà in Polonia

Berlino, Jacobs trionfa nei 60 metri indoor e punta il record europeo
Marcell Jacobs

Redazione

4 Febbraio 2022 - 22.38


Preroll

“Se comincia così, non può che migliorare”. Queste le parole di Marcell Jacobs, che ha trionfato nei 60 metri a Berlino, all’Istaf Indoor, con il tempo di 6,51, quattro centesimi in meno del record italiano. Dopo una batteria chiusa con 6,57, in finale il campione olimpico è venuto fuori alla grande. Jacobs ha cambiato marcia, è stato reattivo in uscita dai blocchi, firmando la sua seconda prestazione in carriera, distanziando l’ivoriano Arthur Cissé (6.60) e il francese Jimmy Vicaut (6.61). Al momento il velocista azzurro è in vetta alle liste europee stagionali della specialità, attestandosi al quinto posto mondiale. Manca ancora un mese e mezzo all’appuntamento clou della stagione al coperto, i Mondiali indoor di Belgrado (18-20 marzo).

OutStream Desktop
Top right Mobile

L’obiettivo di Jacobs è il record europeo di 6,42

Middle placement Mobile

“L’obiettivo – ha spiegato Jacobs – era avvicinarsi il più possibile a 6.50, quindi è ‘abbastanza’ raggiunto. Ho fatto meglio del debutto della scorsa stagione, quando avevo corso in 6.55 su questa stessa pista. Peccato non essere riuscito ad avvertire buone sensazioni già in batteria. Sì, c’era un po’ di tensione, sei mesi sono tanti: era la mia prima gara da oro olimpico e lo speaker ha fatto una presentazione infinita. Bisogna porsi obiettivi importanti, e il mio, per questa stagione indoor, è il record europeo (6,42)“. Jacobs sarà impegnato venerdì prossimo a Lodz (Polonia), poi a Lievin (Francia) il 17 febbraio, quindi agli Assoluti indoor di Ancona il 27 febbraio.

Dynamic 1

Si migliora Zaynab Dosso che trova il secondo posto internazionale

Da segnalare, inoltre, la prestazione della velocista Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre) per i suoi progressi nei 60 indoor: la velocista, per due volte campionessa italiana dei 100, è scesa a 7.28, migliorandosi di un centesimo rispetto al crono di domenica scorsa ad Ancona, e con questo risultato diventa la quinta italiana di sempre, al pari di Vittoria Fontana. Per Dosso arriva un prestigioso secondo posto internazionale alle spalle della britannica bronzo olimpico della 4×100 Daryll Neita, migliorata fino a 7.15.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile