Galliani dopo la guarigione dal Covid rivela: "Ho temuto di morire"

Il senatore e braccio destro di Berlusconi: "Sono stati i dieci giorni più brutti della mia vita, Silvio mi ha mostrato un grande affetto"

Adriano Galliani

Adriano Galliani

globalist 27 marzo 2021

E’ riuscito a uscire dalla terapia intensiva Adriano Galliani, ex dirigente del Milan e attuale amministratore delegato del Monza, una fortuna che non è capitata a tutti.

Parla della sua permanenza in ospedale a causa del Covid: "Non vedevo nulla, avevo davanti a me solo un muro. Il reparto di terapia intensiva non ha finestre. All`interno ci sono solo letti. Da domenica 7 marzo al 17 sono stato in terapia intensiva, i dieci giorni più brutti della mia vita".

"Ho temuto di morire - ha aggiunto Galliani -. Per il calcio e per il mio lavoro ho girato il mondo e ho avuto la migliore sorte di andare negli alberghi di lusso. Eppure una volta entrato in un reparto normale mi sono subito detto: "Non c`è Four Season che tenga".

Poi un pensiero su Berlusconi: "Silvio è la mia famiglia, mi scriveva continuamente e mostrava affetto. Era preoccupato per me".