Top

Tattica, Osimhen salva il Napoli: finisce 1-1, ma il Cagliari si mangia le mani

Gara complicatissima per i partenopei che falliscono l'aggancio alla vetta, rischiando la sconfitta con la squadra di Mazzarri, che crea diverse occasioni da gol

Tattica, Osimhen salva il Napoli: finisce 1-1, ma il Cagliari si mangia le mani
Osimhen segna l'1-1

Globalsport

21 Febbraio 2022 - 21.08


Preroll

Il Napoli conta numerose assenze, tra le quali Anguissa e Lobotka per il centrocampo, e tre attaccanti esterni come Insigne, Politano e Lozano. Spalletti opta per il 3-4-2-1 con Petagna riferimento offensivo, e con Mertens ed Elmas sulla trequarti. Il Cagliari è aggressivo, e mette in difficoltà il Napoli soprattutto sulla sinistra: Altare, terzo sulla mancina, coadiuva spesso Dalbert nelle percussioni offensive.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Mazzarri si difende a cinque, ma il Cagliari non rinuncia a farsi vedere dalle parti di Ospina. Koulibaly nella prima parte del primo tempo sbaglia un rinvio e Joao Pedro, dopo un rimpallo, si trova tra i piedi la palla del vantaggio, ma mette di poco al lato. Il centrocampo sardo è robusto, mentre Joao Pedro è sgusciante e calamita una serie infinita di palloni. Il Napoli fatica: i tre difensori del Cagliari sono attenti.

Middle placement Mobile

Lovato si incolla a Petagna, Goldaniga e Altare assorbono gli inserimenti di Mertens ed Elmas. In mezzo al campo, Demme e Zielinski provano a sostenere il gioco d’attacco, ma i sardi, con i tre centrali di centrocampo sono sempre in superiorità numerica, e riescono a raddoppiare in ogni zona della propria metà campo, considerando che i difensori centrali del Napoli non si sganciano mai in avanti.

Dynamic 1

Gli spazi centrali sono intasati, e sulle corsie esterne Mario Rui e Malcuit non hanno la forza di fare la differenza per il Napoli. Al 58′ il Cagliari va in vantaggio: Pereiro ha il tempo di controllare all’altezza del vertice destro dell’area di rigore, e fa partire un tiro cross a giro sul secondo palo che Ospina, goffamente, non toglie dalla porta. Poco dopo di testa in tuffo Deiola schiaccia a botta sicura, ma il portiere del Napoli si riscatta compiendo una prodezza. Nel finale i rossoblù sfiorano in diverse occasioni il raddoppio, ma finiscono per subire il pari di Osimhen all’87’, che di testa insacca su cross dalla sinistra di Mario Rui.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage