Milan lanciato verso il derby: dopo il pareggio deludente contro il Porto i rossoneri sono pronti al riscatto

La qualificazione agli ottavi si fa sempre più rischiosa per la squadra di Pioli, ma ora c'è il derby di domenica sera contro l'Inter.

Stefano Pioli

Stefano Pioli

Globalsport 4 novembre 2021
Nel giorno dopo Milan-Porto filtra grande rammarico per un pareggio servito ben poco alla causa rossonera, con la qualificazione che adesso è appesa a un filo. Le prime tre partite hanno dimostrato come ancora non sia un “Diavolo da Champions”. E’ vero che il girone era molto difficile e che la squadra mancava da molti anni nella competizione, ma un punto in quattro partite è davvero troppo poco per un club del blasone del Milan. Tuttavia, sembra esserci ancora qualche speranza di volare agli ottavi di finale, qualora si materializzasse una di queste possibilità. Innanzitutto, il Milan deve compiere il suo dovere vincendo le prossime due partite contro Atletico Madrid e Liverpool. Poi, dovrà sperare nella buona sorte, affidandosi ai risultati degli altri incroci.
Adesso la squadra di Pioli deve mettere la testa sul derby, in programma domenica a San Siro: il tecnico ha già in mente la formazione da schierare contro i nerazzurri. Torneranno dal primo minuto Zlatan Ibrahimovic, Franck Kessie e Simon Kjaer. I primi due sono entrati nella ripresa contro il Porto, mentre il terzo è rimasto per 90 minuti in panchina. Tutti i tre i giocatori sono riposati per affrontare al meglio la sfida contro l'Inter. In casa rossonera c'è comunque il problema di sostituire lo squalificato Theo Hernandez, essendo Ballo-Toure ancora out per i problemi alla caviglia. A questo punto l'unica soluzione potrebbe essere quella di schierare Kalulu a sinistra.