Top

Pareggiano 2-2 Portogallo-Francia e Germania-Ungheria: tedeschi e galletti dentro. Portogallo tra le migliori terze

Terminano 2 a 2 entrmabe le partite del Gruppo F. Ha rischiato molto la Germania, andata in svantaggio due volte contro l'Ungheria. Il match tra Portogallo e Francia deciso da 3 rigori e le doppiette di Ronaldo e Benzema.

Pareggiano 2-2 Portogallo-Francia e Germania-Ungheria: tedeschi e galletti dentro. Portogallo tra le migliori terze

Globalsport

23 Giugno 2021 - 22.01


Preroll

Portogallo – Francia 2-2

OutStream Desktop
Top right Mobile

Reti: 30’ Cristiano Ronaldo (P); 45’+2 Benzema (F); 47’ st Benzema (F); 59’ Cristiano Ronaldo (P).

Middle placement Mobile

Dopo essere andati in vantaggio grazie alla rete di Ronaldo da penalty, la Francia recupera (con rigore) e sorpassa grazie alla doppietta di Benzema; a fissare il punteggio sul 2 a 2 un altro rigore di Ronaldo.
Ufficialmente entrmbe agli ottavi di finale di questi Euro 2020, la Francia dovrà vedersela con la Svizzera, il Portogallo contro il Belgio.

Dynamic 1

Dopo 5’ di recupero termina l’incontro tra Portogallo e Francia.
Pericoloso il cross al’84’ di Bruno Fernandes, libera la difesa della Francia.
Doppio cambio per il Portogallo, entrano Neves e Bruno Fernandes.
Sulla respinta occasione anche per Griezmann ma è ancora Rui Patricio a metterci la mano per salvare il Portogallo.
Occasionissima Francia, Pogba dai 30 metri esplode un gran destro che viene parato da Rui Patricio sulla traversa.
Per Cristiano Ronaldo solo 109 le reti realizzate con la maglia del Portogallo.
Dal discetto si presenta nuovamente Cristiano Ronaldo, il 7 portoghese spiazza nuovamente Lloris e pareggia i conti.
Altro rigore per il Portogallo al 58’, Ronaldo crossa al centro, ma il pallone viene stoppato dal braccio largo di Kounde.
Dura solo 7’ la partita di Lucas Digne, il terzino francese si fa subito male; entra a sorpresa Rabiot.
Prova a tornare subito in pari il Portogallo, ma lo stacco grandioso di Ronaldo non gli permette un impatto felice con il pallone.
Passano solo 2’ minuti e la Francia realizza con Karim Benzema: il giocatore del Real viene servito sul filo del fuorigioco da Kounde e di prima bacia il palo lungo e realizza l’1 a 2.
Si riparte anche a Budapest, un cambio per parte.

SECONDO TEMPO

Dynamic 2

Sono due rigore a decidere, fino a questo momento, la partita della Puskàs Aréna.
Apre le marcature Ronaldo, le chiude Benzema su rigore discusso.

Termina dopo 3’ di recupero il primo tempo tra Portogallo e Francia.
Dal discetto si presenta Benzema che realizza la rete del pareggio francese.
Lascia qualche dubbio lo scontro Semedo – Mbappe.
Al 45’ cross da posizione centrale di Pogba per la corrente Mbappe; Semedo si scontra con il 10 francese e Lahos decreta rigore per i Campioni del Mondo.
Il cross viene respinto dalla barriera della Francia.
Nervosa in questo momento la Francia, Ronaldo guadagna un calcio di punizione da buona distanza.
Al 33’ ci prova Moutinho di potenza dalla distanza, il suo tiro si spegne sul fondo.
Dal dischetto si presenta Cristiano Ronaldo che al 30’ spiazza Lloris e realizza l’ 1 a 0 per il Portogallo.
Lahos non ci pensa due volte e decreta calcio di rigore per il Portogallo e giallo a Lloris.
Della punizione si incarica Moutinho, l’8 portoghese pesca al centro dell’area Danilo che viene steso di pugno da Lloris.
Calcio di punizione, da zona interessante per il Portogallo al 26’.
Occasione Francia al 19’ con Mbappe, palla in verticale di Pogba per il calciatore del Psg, nell’uno contro uno Mbappe si fa ipnotizzare da Rui Patricio che para.
Giro palla avvolgente della Francia che termina con un pallone in verticale di Griezmann, niente da fare per i francesi.
Ci prova Renato Sanches a favorire la rete di testa di Ronaldo, ma il suo cross viene bloccato senza problemi da Lloris.
Fa girare  maggiormente il pallone il Portogallo, con la Francia pronta a colpire in contropiede grazie ai recuperi di Kante e compagni.
Primi minuti di partita in cui Portogallo e Francia cercano di studiarsi, senza rischiare eccessivamente.
Fischio d’inizio alla Puskàs Aréna di Budapest, primo possesso affidato a Benzema per la Francia.

Dynamic 3

PRIMO TEMPO


FORMAZIONI:
PORTOGALLO(4-3-3)
: Particio, Semedo (79’ Dalot), Pepe, Dias, Guerreiro, Moutinho (73’ Neves), Pereira (45’ Palhinha), Sanches (88’ Oliveira), Silva (73’ Bruno Fernandes), Diogo Jota, Cristiano Ronaldo.
A disp.: Carvalho, Rafa Silva, Fonte, Lopes, Joao Felix, Andre Silva, Rui Silva.
All.:
Fernando Santos.
FRANCIA (4-2-3-1): Lloris, Kounde, Varane, Kimpembe, Hernandez (45’ Digne (52’ Rabiot)), Pogba, Kante, Tolisso (66’ Coman), Griezmann (88’ Sissoko), Mbappe, Benzema.
A disp.: Giroud, Ben Yedder, Pavard, Maignan, Mandanda, Lenglet, Lemar, Zouma.
All.:
Didier Deschamps
Arbitro:
Antonio Miguel Mateau Lahoz
Ammonizioni:
28’Lloris (F); 36’ Hernandez (F); 39’ Griezmann (F); 83’ Kimpembe (F).
Note: Recupero: (3;5) Angoli: (3;5)

Dynamic 4

 

Germania – Ungheria 2-2

Dynamic 5

Reti: 11’ Adam Szalai (U); 67’ Havertz (G); 68’ Schafer (U); 84’ Goretzka (G).

Dopo essere andati in vantaggio due volte ed aver sperato nella qualificazione ad eliminazione diretta, esce tra gli applausi l’Ungheria di Rossi.
Germani che a fatica, conquista la seconda posizione nel Gruppo F, in virtù della vittoria nello scontro diretto con il Portogallo.
Ora i tedeschi dovranno vedersela contro l’Inghilterra a Wembley.

Termina dopo 4 di recupero l’incontro tra Germania e Ungheria.
Sanè ha l’occasione per chiudere l’incontro ma il suo tiro cross è completamente sbagliato.
Sono 4 i minuti di recupero, Ungheria a caccia della rete qualificazione.
Pareggio Germania all’84’: azione insistita della Germania con il tiro rimpallato di Werner, che termina nei piedi di Goretzka che realizza il 2 a pari a 5’ dal termine.
Vicina al pareggio la Germania, Kroos raccoglie l’uno due con Gosens, il suo tiro sfiora il palo di Gulacsi.
A 10’ dal termine, tutta l’Ungheria a difendere dentro la propria trequarti.
Torna a premere la Germania, senza incidere in modo efficace in zona rete.
Incredibile all’Allianz Stadium, Ungheria nuovamente in vantaggio dopo 30 secondi dal pareggio: Szallai imbecca Schafer che con un pallonetto riporta avanti l’Ungheria.
Pareggio della Germania al 67’: su punizione di Kimmich, buca l’intervento Gulacsi che favorisce la torre di Hummels, sulla quale si avventa Havertz che riporta in pareggio i conti.
Palo Ungheria, ancora da punizione, questa volta è Sallai a cogliere il palo esterno della porta di Neuer.
Pericolosa l’Ungheria al 58’, sulla punizione, da posizione molto defilata di Szallai, Neuer ci deve mettere i pugni per liberare.
Al 51’ occasione Germania, Havertz si gira in un fazzoletto e calcia verso la porta ungherese, Gulacsi riesce a bloccare la sfera.
Subito pericolosa, dopo soli 2’ la Germania, Gnabry in penetrazione centrale, si vede respingere il suo tiro da Fiola.
Nessun cambio per entrambe le formazioni.
Via il secondo tempo tra Germania e Ungheria, primo possesso per la formazione di Marco Rossi.

SECONDO TEMPO

Un’ ottima Ungheria si porta all’ intervallo avanti 0 a 1.
Szallai realizza una grandissima rete, il 9 ungherese, in tuffo, realizza di testa lo splendido cross di Sallai.
Per la Germania si fa dura, ma non impossibile.

Termina dopo 45’ molto duri, il primo tempo tra Germania e Ungheria.
Al 36’ ci prova Sallai dalla lunghissima distanza, Neuer blocca senza troppi problemi.
Ungheria che dopo la forte pressione della Germania, sta provando a ripartire con più continuità.
Pioggia molto copiosa, in questo momento, a Monaco di Baviera.
Al 32’ grande protezione di Szalai che serve Fiola in profondità, il 5 Ungherese prova a pescare Sallai al centro ma libera tutto Rudiger.
Monologo tedesco all’Allianz Stadium, i giocatori di Löw gestiscono la sfera schiacciando l’Ungheria.
Germania che rientra in possesso della palla subito e Ginter, servito al centro, di destro calcia debolmente favorendo la parata del portiere Ungherese.
Traversa incredibile della Germania, da calcio d’angolo di Kroos, Hummels svetta più alto di tutti e di testa coglie l’incrocio dei pali della porta di Gulacsi.
Germania alla ricerca del gol, sta schiacciando l’Ungheria nella propria trequarti difensiva.
Dopo la rete in campionato con il Magonza, Szalai segna anche con la sua Nazionale a Manuel Neuer.
La sblocca l’Ungheria con il capitano Adam Szalai: Sallai riceve palla a centrocampo e dalla trequarti fa partire un cross precisissimo per Szalai che di testa batte Neuer.
Incessante il supporto dei tifosi tedeschi, a spingere la propria nazionale alla ricerca della rete.
Si fa vedere anche l’Ungheria, palla in profondità, da posizione interessante, per Szalai, ma l’attaccante ungherese non riesce ad agganciare.
Il suo tiro viene parato con un riflesso di Gulacsi.
Occasione Germani al 4’, Kimmich viene servito in profondità e da dentro l’area piccola incocia sul palo lontano.
Possesso prolungato in questi primi tre minuti per la Germania, l’Ungheria difende tutti dietro la metà campo.
Fischio da parte dell’arbitro Karasev, inizia Germania – Ungheria.

PRIMO TEMPO


FORMAZIONI:
GERMANIA (3-4-2-1):
Neuer, Ginter (82’ Volland), Hummels, Rudiger, Kimmich, Gundogan (57’ Goretzka), Kroos, Gosens (82’ Musiala), Havertz (68’ Werner), Sane, Gnabry (69’ Muller).
A disp.: Neuhaus, Leno, Trapp, Emre Can, Koch, Sule, Goretzka, Musiala, Halstenberg, Volland.
All.:
Joachim Löw
UNGHERIA(3-5-2)
: Gulacsi, Nego, Botka, Orban, Szalai, Fiola (88’ Nikolic), Kleinheisler (88’ Lovrencsics), Nagy, Schafer, Sallai (75’ Schön), A. Szalai (K. Varga).
A disp.: Dibusz, R. Varga, Bogdan, Lovrencsics, Siger, Holender, Bolla, Kecskes, Lang, Nikolic
All.:
Marco Rossi
Arbitro: Sergei Karasev
Ammonizioni:  
28’ Botka (U); 30’ Gundogan (G); 64’ A. Szallai (U); 66’ Fiola (U).
Note: Recupero:
(0;4) Angoli: (4;1)

 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage