Top

Portogallo che fatica contro l'Ungheria ma nei minuti finali vince 0-3

Dopo 84' minuti di sofferenze, Guerreiro la sblocca e il Portogallo vola sullo 0 a 3 in 15 minuti. Mattatore del match il solito Cristiano Ronaldo con una doppietta. In attesa della partita di stasera, il Portogallo vola in testa al girone F.

Portogallo che fatica contro l'Ungheria ma nei minuti finali vince 0-3

Globalsport

15 Giugno 2021 - 18.59


Preroll

Ungheria – Portogallo 0-3

OutStream Desktop
Top right Mobile

Reti: 84’ Guerreiro, 87’Cristiano Ronaldo, 92’ Cristiano Ronaldo.

Middle placement Mobile

Dopo aver sofferto molto ed aver rischiato di andare in svantaggio, Guerreiro e Ronaldo mettono la partita in discesa e si portano a 3 punti, aspettando la partita di stasera tra Francia e Germania.
Termina dunque 0 a 3 tra Ungheria e Portogallo.
Terza doppietta nelle ultime quattro sfide per Cristiano Ronaldo, contro l’Ungheria.

Dynamic 1


Portogallo che triplica al 92’ con Ronaldo:
dopo un possesso prolungato e un doppio uno due, il 7 portoghese scarta Gulacsi e realizza lo 0 a 3.
Portogallo che ora prova ad amministrare il doppio vantaggio ottenuto, dopo averci provato per lungo tempo.
Dal dischetto si presenta Cristiano Ronaldo che all’87’ spiazza Gulacsi e realizza lo 0 a 2.
L’attaccante portoghese ruba il tempo a Orban che commette fallo su Rafa Silva.
Passa solo un minuto e Rafa Silva conquista calcio di rigore.
Vantaggio Portogallo all’84’: Guerreiro si accentra e calcia di mancino verso la porta, Orban devia il pallone e Gulacsi può solo guardare.
Doppio cambio anche per il Portogallo, entrano Andre Silva e Renato Sanches per Diogo jota e Carvalho.
Çakir annulla tutto, la posizione di partenza di schon era oltre l’ultimo difensore portoghese.
La sblocca l’Ungheria con il subentrato Schon, l’attaccante lanciato in profodità calcia di sinistro sul primo palo e realizza l’ 1 a 0.
Doppio cambio per l’ungheria, entrano Schon e Sigèr.
Per Çakir non ci sono gli estremi per il penalty.
Al 75’ dubbio in area ungherese, Ronaldo stoppa di petto un pallone che viene sfiorato di mano da Orban.
Primo cambio per Fernando Santos, entra rafa Silva per Bernardo Silva.
Al 68’ ci prova Sallai al volo, il suo tiro è debole e termina in out.
Miracolo Gulacsi al 67’, Bruno Fernades ci prova dai 30 metri ma il portiere del Lipsia la toglie dall’angolino basso e para in angolo.
Portogallo che va dalla bandierina due volte consecutive, senza impensierire Gulacsi.
Primo cambio al 65’ per l’Ungheria, entra nego per Schafer.
Continua l’assedio portoghese al 65’, alla porta ungherese.
Dopo un’ora di match, non si sblocca l’incontro tra Ungheria e Portogallo.
Negli ultimi minuti, recupera due buoni palloni l’Ungheria sulla trequarti offensiva, ma la squadra di rossi non riesce a tramutarle in occasioni da rete.
Ci prova l’ex Palermo Sallai, dal limite dell’area ci prova di mancino ma blocca Rui Patricio.
Secondo tempo che segue la falsa riga del primo, il Portogallo cerca di trovare spazi, in una difesa ungherese molto compatta.
Ci prova anche l’Ungheria con il suo capitano, Szalai da 35 metri calcia di potenza, ma Rui Patricio blocca senza problemi.
Passano davvero pochi minuti e prima grande parata di Gulacsi nel secondo tempo, Pepe stacca bene ma non riesce ad imprimere tanta forza alla sfera.
Nessun cambio per i due allenatori dopo 45’.
Riparte il match tra Ungheria e Portogallo, battono i portoghesi.

SECONDO TEMPO

Dynamic 2

Un primo tempo non bellissimo dove il Portogallo ha cercato di fare la partita e l’Ungheria di colpire in contropiede.
Termina, dopo un minuto di recupero, il primo tempo tra Ungheria e Portogallo.
Errore clamoroso di Cristiano Ronaldo al 44’, il capitano portoghese calcia altissimo da due passi dalla porta di Gulacsi.
Grandissima occasione per il Portogallo, Semedo arriva sul fondo e crossa al centro verso Bernando Silva; l’attaccante numero 10 calcia di mancino, da ottima posizione, ma Gulacsi para senza problemi un tiro troppo debole.
Al 36’ punizione pericolosa dell’Ungheria, Szalai stacca più in alto di tutti ma il suo tiro è centrale e Rui Particio blocca senza problemi.
Continua a gestire il possesso il Portogallo, senza riuscire mai a calciare verso la porta di Gulacsi.
Prova a colpire in contropiede la squadra di Marco Rossi, ma sono provi i difensori portoghesi a bloccare tutte le azioni sul nascere.
Tiro-cross velenoso di Bernardo Silva al 27’, ma nessun compagno riesce a ribadire in porta.
Potenziale azione pericolosa del Portogallo, Ronaldo recupera un ottimo pallone in uscita e serve Bernardo Silva; l’attaccante del City ritarda il tiro e si fa rimontare da Orban.
I portoghesi non riescono a trovare spazi, nella difesa ben organizzata dell’Ungheria.
Primo angolo dell’incontro per il Portogallo al 23’.
Grandissima occasione al 19’ per il Portogallo con Cristiano Ronaldo, su lancio lungo di Pepe, ma il guardalinee segnala fuorigioco.
Ungheria che in questi primi 15’ di partita, cerca soprattutto di lanciare lungo verso Szalai e Sallai, ex calciatore del Palermo.
Insieme ad Ungheria e Portogallo, nel Gruppo F ci sono Germania e Francia che si affronteranno questa sera alle 21.
Portogallo che cerca di fare la partita, palleggiando da destra verso sinistra per cercare spazio nella difesa a cinque dell’Ungheria.
Grande affluenza di pubblico alla Puskàs Aréna, l’impianto ungherese è l’unico che sfrutta la capienza totale di posti a sedere, senza alcun limite per il distanziamento.
Molti i fischi, in questi primi minuti di partita, da parte di Çakir, l’arbitro turco vuole avere la partita in mano.
Prima occasione al quinto per il Portogallo, Bruno Fernades crea una grande occasione per Jota ma il tiro dell’attaccante viene ben parato da Gulacsi.
Calcio d’inizio alla Puskàs Aréna di Budapest, i portoghesi attaccheranno da destra verso sinistra.

PRIMO TEMPO

Dynamic 3

FORMAZIONI:
UNGHERIA(5-3-2)
: Gulacsi, Botka, Orban, Szalai, Lovrencsics, Fiola (89’ Varga K.),  Kleinheisler (78’Sigér), Nagy, Schafer (65’ Nego), Szalai, Sallai (78’ Schon).
A disp.:  Varga, Bolla, Cseri, Kecskes, Lang, Bogdan, Dibusz, Nikolic.
All.:
Marco Rossi
PORTOGALLO (4-2-3-1): Rui Patricio, Semedo, Pepe, Dias, Guerreiro, Pereira, Carvalho (81’ Sanches), Bernardo Silva (70’ Rafa Silva), Bruno Fernades (88’ Moutinho), Jota (81’ Andre Silva), Ronaldo.
A disp.: Fonte, Oliveira, Goncalves, Lopes, Joao Felix, Rui Silva, Mendes, Neves
All.: Fernando Santos
Arbitro:
Çakir Cuneyt
Ammonizioni: 37’ Ruben Dias (P);80’ Nègo (U); 87’ Orban (U).
Note: Recupero:
(1;5) Angoli: (0;6)

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage