Coppa Italia: arrivano le semifinali

La partita di andata del penultimo turno, in programma attorno a metà marzo ma con date e orari ancora da definire, vedrà quindi il Milan affrontare la capolista Juventus

Ronaldo

Ronaldo

Globalsport 10 febbraio 2020

L’Inter batte la Fiorentina per 2 a 1 e delinea definitivamente gli scontri delle semifinali di Coppa Italia, torneo nazionale che da qualche anno a questa parte regala scontri di primo livello e che non può essere più ignorato nemmeno dai tifosi più selettivi. La partita di andata del penultimo turno, in programma attorno a metà marzo ma con date e orari ancora da definire, vedrà quindi il Milan affrontare la capolista Juventus allo Stadio San Siro di Milano, mentre l’Inter andrà in trasferta al San Paolo per uno scontro di fuoco con la squadra di Ringhio, pronta a dare il tutto per tutto per rimanere in corsa e poter provare a vincere l’unico titolo nazionale ancora a propria disposizione per questa sfortunata stagione. Vediamo ora cosa hanno in serbo per i tifosi le due partite e la situazione delle quattro squadre in gara.
Ibrahimovic contro Cristiano Ronaldo: ed è subito spettacolo



Inutile negarlo: per questa sfida gli occhi di tutti saranno puntati sul testa a testa tra Ibrahimovic e Ronaldo, due campioni del calcio moderno pronti a stabilire il proprio dominio a suon di goal nella porta avversaria. In campionato, il gap tra Milan e Juventus sembra insormontabile: la squadra di Pioli ha appena iniziato a ingranare la marcia giusta anche e soprattutto grazie all’“effetto Ibra”, infilando una serie positiva di risultati che le ha permesso di riaffacciarsi in zona Europa e di proseguire in Coppa Italia, mentre i bianconeri hanno guadagnato la vetta solitaria della classifica ponendo sempre più distanza dall’unica vera rivale per lo scudetto: l’Inter dell’ex Conte. La determinazione e il cinismo mostrato dalla Juventus, che ha avuto la meglio nel duello di classifica con i nerazzurri, sono i principali fattori per cui la Vecchia Signora viene quotata a 1,90 al 30 di gennaio per la vittoria della Coppa Italia secondo gli specialisti di scommesse sportive Betway. Il Diavolo, ultimo pretendente al titolo, avrà due occasioni per sbarazzarsi della favorita e iniziare a incassare vittorie importanti per il morale e la crescita della squadra: lo scontro in casa dell’andata e il ritorno all'Allianz Stadium di Torino, dove Ibra e compagni dovranno dimostrare tutto quanto di imparato finora in termini di sofferenza, gioco di squadra e tenacia. Sono proprio queste le caratteristiche che hanno permesso al Milan di gettare il cuore oltre l’ostacolo e conquistare la qualificazione nella maratona giocata contro un Torino orgoglioso e sempre pericoloso: 120 minuti di pura adrenalina con due ribaltoni e un goal nel recupero che ha portato ai supplementari, dove solo la pura volontà dei giocatori e il supporto dei tifosi hanno permesso ai rossoneri di spuntarla. Discorso diverso per la Juventus, che ha conquistato l’accesso alle semifinali con un facile 3 a 1 sulla Roma.


Inter - Napoli: un'occasione di rilancio



Dopo alcune stagioni in cui i partenopei hanno rappresentato l’unica valida rivale della Juventus in campionato, il percorso in territorio nazionale degli azzurri ha subito una forte battuta d’arresto: nonostante la qualificazione ottenuta in Champions League e la vittoria ottenuta per 2 a 0 contro i campioni in carica del Liverpool, Ancelotti non ha “mangiato il panettone”, venendo esonerato a pochi giorni dalla pausa natalizia per via degli scarsi risultati in campionato. Al suo posto è subentrato Gennaro Gattuso forte dell’esperienza positiva al Milan, con però scarsi effetti sull’andamento della squadra: ora decimi in classifica, gli uomini di Ringhio dovranno fra l’altro vedersela con le furie blaugrana agli ottavi di Champions, proprio nel mezzo delle semifinali di Coppa Italia. Dall’altra parte troviamo l’Inter di Conte, che dopo un inizio di campionato dove aveva fatto sudare freddo la Juventus, ha rallentato il ritmo: troppi i pareggi e i punti lasciati sul campo. Anche in ambito europeo le delusioni non si sono fatte attendere, con l’esclusione dalla Champions in cui era capitato un girone di ferro in virtù della quarta fascia nella quale la squadra era stata inserita. Questa semifinale può quindi rappresentare molto per entrambe: per il Napoli potrebbe essere un momento di svolta con cui rilanciare la propria stagione e puntare almeno a un titolo nel caso di eliminazione contro il Barcellona in Champions League; per l’Inter un trampolino di lancio con cui riprendere il ritmo di inizio stagione e ritornare a insidiare i bianconeri, fra l’altro potenziali rivali in finale se la Juventus dovesse passare il turno. I giocatori chiamati in causa saranno i soliti sospetti: Lautaro Martinez da un lato, a cui potrebbe giovare il “riposo” forzato dopo il cartellino rosso diretto in campionato, e Insigne dall’altro, autore proprio del goal segnato a due minuti dall’inizio della partita che ha permesso al Napoli di battere la Lazio e arrivare in semifinale.


Qualsiasi sia il risultato delle semifinali, la finale di Coppa Italia 2020 vedrà un affascinante scontro tra alcune delle compagini più blasonate d’Italia: un potenziale derby della madonnina, un derby d’Italia, uno scontro tra gli acerrimi nemici Juve-Napoli o un classico Milan-Napoli, partita sempre carica di tensione.