Caso Djokovic, Lopalco: "Posizione del serbo gravissima per l'esempio che rappresenta" | Globalsport
Top

Caso Djokovic, Lopalco: "Posizione del serbo gravissima per l'esempio che rappresenta"

Il docente universitario Lopalco: "La norma non prevede il green pass negli sport all'aperto, ma le regole sbagliate possono essere cambiate"

Caso Djokovic, Lopalco: "Posizione del serbo gravissima per l'esempio che rappresenta"
Pier Luigi Lopalco
Preroll

Redazione Modifica articolo

19 Febbraio 2022 - 18.38


ATF

Sul caso di Novak Djokovic si è espresso, tra i tanti, anche Pier Luigi Lopalco, docente di Igiene all’Università del Salento. Il tennista serbo è un no-vax, e sta sollevando grandi polemiche.

Il tema è quello della probabilità che Djokovic, non in regola con i requisiti richiesti per l’ammissione a tornei di altri Paesi, venga ammesso a giocare gli Internazionali di Tennis di Roma: “Al di là del ragionamento in punta di diritto, per cui se la norma non prevede il Super Green pass negli sport all’aperto senza contatto anche per lui non c’è obbligo, bisogna fare una riflessione più ampia perché la posizione di Djokovic è gravissima, per il cattivo esempio che rappresenta. E comunque, se ci si accorge che una regola è sbagliata, si può cambiare”.

Native

Articoli correlati