Napoli, Spalletti: "Al futuro ci penserò a fine stagione. A Venezia massima attenzione" | Globalsport
Top

Napoli, Spalletti: "Al futuro ci penserò a fine stagione. A Venezia massima attenzione"

Il tecnico del Napoli resta concentrato sul campionato, e non vuole passi falsi contro il Venezia. L'infermeria si sta svuotando

Napoli, Spalletti: "Al futuro ci penserò a fine stagione. A Venezia massima attenzione"
Luciano Spalletti, tecnico del Napoli
Preroll

Redazione Modifica articolo

5 Febbraio 2022 - 15.42


ATF

“Il discorso del futuro a Napoli va troppo in là rispetto all’immediato, ora finiamo questo campionato contro avversari fortissimi e noi abbiamo dei doveri, dobbiamo fare bene adesso”. Luciano Spalletti rimanda tutto al termine della stagione, ora non vuole sentire parlare del proprio futuro. Il tecnico toscano è concentrato sul presente: la società partenopea, infatti, aveva ricordato nei giorni scorso la scadenza nel 2024 dell’accordo con l’allenatore, rispondendo alla voci sul futuro di Spalletti.

Imperativo non sottovalutare i lagunari, nessun alibi per le assenze

Domani a Venezia massima concentrazione: “A Venezia non dobbiamo cadere nel tranello della partita di passaggio, perché l’avversario è forte e l’allenatore sa fare questo mestiere. Arrivare lì ti può creare disturbi da attenzione, ma i nostri lo sanno”. Il tecnico degli azzurri deve fare i conti con numerose assenze, da Lozano a Ounas, da Koulibaly ad Anguissa. In ogni caso, Spalletti non cerca alibi: “Abbiamo allestito sempre una convocazione di almeno 15 calciatori, con difficoltà. Ora siamo contenti, ma non ce li abbiamo tutti a disposizione. Comunque, abbiamo numeri sufficienti per arrivare alla partita in condizioni ottimali per il nostro calcio. Se non siamo a braccetto con l’Inter è colpa di qualche partita che mentalmente doveva essere più abbordabile”.

Koulibaly rientrerà a breve, Ounas è già in gruppo, verifiche per Lozano

Il difensore senegalese rientrerà dopo la finale di coppa d’Africa: “Koulibaly lo aspettiamo a braccia aperte, sappiamo quello che in campo sa fare per sé e compagni. Il Senegal è squadra forte e merita di vincere questo torneo. Mi faceva piacere vederlo in finale contro il Camerun di Anguissa, ma entrambi hanno fatto un grande torneo. Per Lozano, invece, vediamo di farlo rientrare dal Messico, perché servono nuovi accertamenti alla spalla, mentre Ounas si allena e dalla prossima settimana rientra in gruppo”.

Native

Articoli correlati