Caso Marega, Gullit critica i giocatori del Porto: "Dovevano proteggere il compagno di squadra"

L'ex stella del Milan ha attaccato i compagni di squadra dell'attaccante maliano di non averlo difeso adeguatamente.

Ruud Gullit

Ruud Gullit

Globalsport 17 febbraio 2020

Non usa mezze misure Ruud Gullit nei confronti dei giocatori del Porto dopo quanto accaduto al loro compagno di squadra Moussa Marega, che ha lasciato il terreno di gioco durante la sfida contro il Vitoria Guimaraes, dopo essere stato ammonito dall’arbitro per aver esultato polemicamente nei confronti di alcuni tifosi avversari che lo schernivano con cori razzisti.

A margine dei Laureus World Sports Awards di Berlino l’ex Pallone d’Oro non ha nascosto il suo disappunto: “Gli altri giocatori avrebbero dovuto proteggerlo e avrebbero dovuto difenderlo. Questa decisione di lasciare il campo non dovrebbe spettare solo al giocatore”.

Gullit ha altresì sottolineato l’indecenza di coloro i quali hanno lanciato i cori verso il malcapitato Marega:” Se si tratta di rumori da scimmia è troppo. Queste persone non sono tifosi”.