Un gatto invade il campo, la Uefa non perdona: maxi multa per il Besiktas

Sanzione da 34mila euro per il club turco, reo di non aver efficacemente impedito ad un gatto di entrare in campo nei quarti di finale contro il Bayern Monaco

L'invasore di campo

L'invasore di campo

Redazione 7 giugno 2018

34mila euro di multa comminati dalla Uefa al Besiktas. Cori razzisti? Scontri tra tifosi? No, niente di tutto questo: la causa è un gatto. Durante i quarti di finale contro il Bayern Monaco, infatti, c'era stata una singolare invasione di campo da parte di un felino, che ha costretto l'arbitro Michael Oliver a sospendere il match per qualche minuto. Ebbene, è arrivata la sanzione della Uefa nei confronti del Besiktas per l'accaduto, una multa di ben 34mila euro: 9mila euro in più di quanto imposto ad esempio alla Federazione Russa per dei "semplici" cori razzisti, solo 16mila in meno rispetto alla multa inflitta alla Roma in seguito ai fatti di Liverpool (accompagnata però dalla squalifica dell'Olimpico dalle competizioni europee per una partita). Due pesi e due misure o un gatto che entra sul campo da gioco è davvero un fatto più grave di un insulto razzista?