Sam Bennett batte in volata Elia Viviani, Yates rimane in rosa

La settima tappa è stata vinta dall'irlandese, secondo il britannico Yates, terzo posto per Viviani

Sam Bennett

Sam Bennett

Redazione 11 maggio 2018

Sam Bennett si aggiudica la 7/a tappa del 101/o giro d'Italia di ciclismo, nella tratta che partiva da Pizzo Calabro (Vibo Valentia) fino a Praia a Mare (Cosenza), lunga 159 chilometri. Il britannico Simon Yates conserva la maglia rosa di leader della classifica generale che ha indossato ieri sull'Etna.  Bennett, irlandese nato in Belgio, con il tempo di 3h45'27", ha battuto sul traguardo di Praia a Mare, Elia Viviani, che forse è partito troppo presto nella volata e si è dovuto accontentare del secondo posto. Terzo Nicolò, quarto l'altro italiano Sacha Modolo, davanti al belga Danny Van Poppel (quinto) e a Jakub Mareczko, sesto. Ancora una volta tanti italiani, ben quattro, nelle prime sei posizioni. Completano la top ten il francese Clement Venturini, settimo; il danese Mads Pedersen, ottavo; i belgi Juergen Roelandts e Jens Debusschere, rispettivamente al nono e al decimo posto.
La classifica della settima tappa: 1. Bennet Sam, 2. Viviani Elia, 3. Bonifazi Niccolò, 4.Modolo Sacha, 5.Van Poppel Danny, 6. Mareczko Jacub, 7. Venturini Clement, 8. Pedersen Mads, 9. Roelandts Jurgen, 10. Debusschere Jens.
Il giro d’Italia si lascia alle spalle la suggestiva Sicilia per arrivare in Calabria, la 7/a tappa è in programma domani con un percorso che va da Pizzo Calabro a Praia a Mare, passando per le province di Vibo Valentia, Catanzaro e Cosenza, con un percorso di 159km. Il luogo di partenza è stato programmato sul Lungomare Cristoforo Colombo, la gara inizierà alle 13,30 dalla statale 522; l'arrivo è previsto fra le 17 e le 17,30, sul Lungomare Francesco Sirimarco, a Praia a Mare. Non sarà una tappa particolarmente impegnativa: i corridori affronteranno una strada a scorrimento veloce (Statale 18) con carreggiata ampia caratterizzata dalla presenza di alcune gallerie. Una sola la salita, leggera, che porterà la carovana da Scalea fino ai -10 chilometri dall'arrivo. Gli ultimi 10 mila metri saranno caratterizzati dalla presenza di tre gallerie, dopo l'uscita dalla Statale 18 per entrare nel centro abitato di Tortora Marina prima e Praia a Mare dopo. Viali ampi e due curve introdurranno al rettilineo finale lungo 1.900 metri, largo 7,5 metri.  I due traguardi volanti sono stati posti dopo 96,2 chilometri (Guardia Piemontese Marina) e dopo 133,3 chilometri (Santa Maria del Cedro): assegneranno rispettivamente 3", 2" e 1" di abbuono. Pizzo ospitò il Giro nel 2008, Praia a Mare nel 2016. Al traguardo ci sono in palio 10”, 6” e 4” per i primi tre. Arrivo, a 43 km/h di media, previsto intorno alle 17. Occasione per i velocisti e Elia Viviani può calare il tris dopo i due successi in Israele nella seconda e nella terza frazione