Chi è Bing Dwen Dwen, la mascotte olimpica che fa impazzire i collezionisti | Globalsport
Top

Chi è Bing Dwen Dwen, la mascotte olimpica che fa impazzire i collezionisti

Il marketing olimpico è alle prese con un'ondata gigantesca di lamentele a causa della rarità della buffa mascotte.

Chi è Bing Dwen Dwen, la mascotte olimpica che fa impazzire i collezionisti
Preroll

Redazione Modifica articolo

8 Febbraio 2022 - 12.23


ATF

In epoca di NFT, l’idea che un peluche di un panda possa diventare un oggetto rarissimo e di culto non dovrebbe stupire.

Ed è proprio quello che sta accadendo in Cina, con la mascotte dei Giochi Invernali Bing Dwen Dwen andata letteralmente a ruba. La domanda del pubblico supera di gran lunga l’offerta degli organizzatori, considerate le restrizioni legate alla presenza dei tifosi sui campi di gara, accaparrarsi il piccolo panda è diventato quasi impossibile. Tra gli stand olimpici la frase “c’è qualcosa con Bing Dwen Dwen” è sempre più ricorrente.

Secondo il portavoce del Comitato organizzatore, Zhao Weidong, “A causa del festival di primavera siamo ancora in un periodo di vacanze. Molti dei lavoratori della fabbrica stanno trascorrendo le vacanze a casa, quindi la fornitura di prodotti su licenza ne è stata influenzata. Ci stiamo sforzando per coordinare la produzione e la fornitura di Bing Dwen Dwen”. Sui social, intanto, gli utenti si lamentano delle scarne forniture. Un hashtag che chiedeva un Bing Dwen Dwen per famiglia ha generato più di 200 milioni di visualizzazioni sulla piattaforma Weibo.

Esteticamente, Bing Dwen Dwen è un panda con dei grandi occhioni e un guscio trasparente di ghiaccio, ispirato al National Speed Skating Oval

Durante la finalissima della staffetta mista di short track ad ogni atleta salito al podio è stato assegnato un Bing Dwen Dwen dorato, un oggetto a tiratura limitata che ha fatto impazzire i collezionisti di tutto il mondo.

Native

Articoli correlati