Olimpiadi, si avvicina il via ufficiale di un'edizione che è già entrata nella storia

Si parte il 21 e il 22 luglio con le anteprime di calcio e softball poi la vera partenza sarà il 23; Tokyo sarà teatro della maggior parte delle gare con Sopporo e Tsurigasaki Beach a completare il quadro.

Tokyo 2020

Tokyo 2020

Globalsport 16 luglio 2021

Un’edizione che rimarrà sicuramente nella storia.

Prima il rinvio di un anno causa covid poi la decisione di realizzare l’evento a porte chiuse.

Una mazzata in pieno petto a tutti gli amanti dello sport che, anche grazie all’euforia portata da una bellissima edizione degli Europei di calcio, guardavano alle Olimpiadi come ad una festa, una gioia ritrovata, un modo per tornare tutti uniti.

E invece il governo giapponese ha deciso di non rischiare visto l’aumento di casi nella capitale, che hanno superato le 1000 unità e che hanno portato la scorsa settimana alla proclamazione dello stato d’emergenza per le prefetture di Tokyo e Okinawa.

A qualcuno, in Inghilterra, potrebbe venire da ridere leggendo questa notizia.

Ciò che fa preoccupare il governo nipponico è la curva pandemica che da ormai un mese è in continua ascesa.

Per di più i cittadini giapponesi hanno espresso negli ultimi giorni i loro dubbi sulla realizzazione dell’evento, ma il Comitato Olimpico Internazionale ha assicurato la sicurezza dei Giochi affermando che il Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 ha svolto un grande lavoro preparando la città al meglio.

Thomas Bach, presidente del Cio, ha Inoltre ribadito che l’85% degli atleti e degli addetti ai lavori è vaccinato o immune e che per i rappresentanti dei media internazionali la percentuale si aggira intorno al 75%, concludendo poi così: “Questi Giochi saranno seguiti da miliardi di persone in tutto il mondo. Ammireranno ciò che il popolo giapponese è stato in grado di fare in queste difficili circostanze".

Dunque, i Giochi si faranno.

Il via ufficiale ci sarà il 23 luglio, mentre il 21 e il 22 andranno in scena le anteprime di calcio e softball.

Tokyo sarà al centro della manifestazione, con Sopporo che ospiterà la marcia e la maratona, mentre Tsurigasaki Beach il surf.

Per quanto riguarda gli Azzurri ancora non conosciamo il numero di atleti definitivo che rappresenteranno il nostro Paese.

C’è però molto entusiasmo intorno alle squadre di Atletica e di canottaggio che hanno raggiunto il numero di partecipanti più alto nella nostra storia, rispettivamente 76 e 26 atleti.

Per quanto riguarda le altre nazioni, 2 campioni in particolare risaltano per la loro assenza.

Sto parlando di Roger Federer e di Rafa Nadal.

Lo svizzero ha preso la decisione una volta terminato Wimbledon dove è uscito ai quarti di finale sconfitto dal polacco Hurkacz che a sua volta è stato eliminato dal nostro Matteo Berrettini.

Lo spagnolo invece aveva già preso la decisione di non partecipare alle Olimpiadi circa un mese fa quando rinunciò contemporaneamente anche al Grande Slam sull’erba.

Non ci sarà neanche Jannik Sinner, mentre sarà presente Novak Djokovic che quest’anno può puntare a vincere tutti grandi trofei (ha già vinto l’Australian Open, il Roland Garros e Wimbledon, mancano Olimpiadi e Us Open).

Per quanto riguarda le Nazioni, la Corea del Nord non farà parte di questa edizione.

Kim Jong-un ha sempre detto che nel suo territorio non si è mai rivelato un caso di Covid-19, e che la decisione di non partecipare è dovuta proprio al rischio contagi.

È anche vero però che le Olimpiadi erano viste come una via per riappacificare i rapporti con la Corea del Sud.

Quest’anno vedremo finalmente dopo 17 anni anche la nostra Italbasket che ha raggiunto una qualificazione storica battendo la Serbia a Belgrado.

A Tokyo sarà presente anche Danilo Gallinari, che vista la finale di Conference Nba raggiunta con gli Atlanta Hawks, non ha potuto aiutare i suoi compagni nel preolimpico.

Gli Azzurri sfideranno in un girone molto complicato Nigeria, Germania e Australia.

Quest’anno alle Olimpiadi sarà la prima volta per 4 nuovi sport olimpici: parliamo di surf, arrampicata sportiva, karate e skateboard.

Ci sarà anche il ritorno di baseball e softball.

Invece, per le discipline provenienti da altri sport c’è molta attesa per il basket 3vs3 da cui sono stati esclusi gli Stati Uniti a causa della sconfitta contro l’Olanda subita nelle qualificazioni.