Dopo 23 anni Berrettini riporta l’Italia ai quarti di finale di Wimbledon

Il numero 9 al mondo si è imposto 3 set a 0 sul bielorusso Ivashka, approdando così ai quarti di finale dove affronterà il vincente della sfida tra Auger-Aliassime e Zverev.

L'urlo di Matteo Berrettini

L'urlo di Matteo Berrettini

Globalsport 5 luglio 2021

 

Continua l’ottimo periodo di forma di Matteo Berrettini che dopo la vittoria del Queens’s Club Championship conquista i quarti di finale di Wimbledon.

Un torneo che l’italiano sta disputando al massimo, con un solo set perso in 4 gare e 2 soli break concessi agli avversari.

Anche oggi una partita di sostanza da parte di Matteo che schianta Ivashka (79°) 6-4, 6-3, 6-1:

per il numero 9 al mondo ben 93 punti, contro i 65 del rivale, un solo turno di servizio concesso al bielorusso e soltanto 6 punti persi con la prima.

Dopo 23 anni, un italiano raggiunge i quarti di finale di Wimbledon, l’ultimo era stato Sanguinetti nel 1998.

Berrettini è inoltre il terzo italiano a raggiungere questo traguardo nell’era open, quinto in assoluto.

Adesso si attende la sfida tra Auger-Aliassime e Zverev, in campo alle 15:45, per scoprire chi sarà il prossimo avversario del nostro pupillo.

Contro il tedesco Berrettini ha già giocato 4 partite perdendone 3, l’ultima risale alla finale di Madrid di quest’anno, mentre esiste un solo precedente contro il canadese in cui Matteo uscì vincitore.

Atteso in serata anche Lorenzo Sonego che si troverà di fronte un mostro sacro del torneo, Roger Federer.

I due si sono sfidati soltanto una volta, due anni fa al Roland Garros dove Roger vinse ben 3-0.

Sicuramente però, oggi sono entrambi due giocatori completamente diversi a quelli che erano nel 2019, e noi ci auguriamo che Sonego possa regalarci altre emozioni come quelle di Roma.