Nell'ottava tappa vince Lafay in fuga, secondo Gavazzi. Valter ancora in rosa

I cambi regolari tra gli attaccanti che dunque sono riusciti a gestire al meglio la situazione, giocandosi il successo di tappa sull’ascesa conclusiva.

Ottava tappa del Giro

Ottava tappa del Giro

Globalsport 15 maggio 2021

Arriva nuovamente la fuga al Giro d’Italia 2021. Una ottava frazione, con partenza da Foggia ed arrivo a Guardia Sanframondi, senza scontro diretto in salita, ma comunque con fatiche che si sommano in vista della giornata di domani. 
Ad imporsi è il francese Victor Lafay: per il corridore della Cofidis ovviamente il successo più bello della carriera. Resta leader della classifica generale Attila Valter.

Rispetto a ieri, quando la fuga è andata via al primo tentativo, completamente diverso lo scenario. Scatti e controscatti ed una prima ora di gara percorsa a velocità folli. La fuga è andata via di forza in pianura: all’attacco in nove. Sono riusciti ad evadere dal gruppo Alexis Gougeard (AG2R Citroën), Giovanni Carboni (Bardiani-Csf-Faizanè), Nelson Oliveira (Movistar), Victor Lafay (Cofidis), Francesco Gavazzi (Eolo-Kometa), Kobe Gossens (Lotto Soudal), Niklas Arndt (Team Dsm), Fernando Gaviria (Uae Team Emirates) ed in un secondo momento si è accodato anche Victor Campenaerts (Qhubeka-Assos).

Il plotone si è arreso ed ha lasciato margine ai coraggiosi. La Groupama Fdj della Maglia Rosa Valter si è disinteressata della fuga, lasciando quasi 8′ di vantaggio. Cambi regolari tra gli attaccanti che dunque sono riusciti a gestire al meglio la situazione, giocandosi il successo di tappa sull’ascesa conclusiva.

Ad anticipare la salita finale ci hanno provato in coppia Campenaerts e Carboni, con l’azzurro che ha approcciato lo strappo in solitaria. Da dietro però rimonta eccezionale di Lafay che ha ripreso e staccato il corridore della Bardiani: per il transalpino tutto facile, trionfo senza patemi. 

Alle sue spalle ottima la seconda piazza di Gavazzi. Terzo Arndt, quinto Carboni.