Merlier vince la seconda tappa in volata, Ganna ancora in rosa

Dopo la vittoria di Ganna nella cronometro di ieri a Torino, si prosegue con una tappa quasi completamente pianeggiante e adatta ai velocisti. Vince in volata il belga Merlier

Seconda tappa Giro d'Italia

Seconda tappa Giro d'Italia

Globalsport 9 maggio 2021

Si è corsa la seconda tappa del Giro, con partenza da Stupinigi e arrivo a Novara dopo 179 km.

Il belga Tim Merlier (Alpecin-Fenix) ha vinto in volata la 2^ tappa del Giro d'Italia: battuti Nizzolo e Viviani, con Filippo Ganna che resta in maglia rosa.

Lunedì è in programma la terza frazione, Biella-Canale di 187 km, con tre Gpm di bassa categoria e un finale movimentato da classica. 

Fuga di giornata che scatta poco dopo il km zero, con protagonisti tre italiani: Filippo Tagliani (Androni Giocattoli Sidermec), Umberto Marengo (Bardiani Csf Faizané) e Vincenzo Albanese (Eolo Kometa).

Il gruppo lascia fare, ma tiene sotto controllo l'andatura e non fa scappare i battistrada, con Albanese che vince il G.P.M. di Montechiaro d'Asti ed è la prima maglia azzurra del Giro.

Il ciclista della Eolo Kometa viene raggiunto dal gruppo ai -73 km a causa di un problema tecnico, mentre la fuga termina ai -26 km in quel di Vercelli, quando il gruppo si lancia verso lo sprint finale. Qui a spuntarla in volata è il belga Tim Merlier (1° successo al Giro in carriera) davanti a Nizzolo, Viviani, Groenewengen e Sagan. 

Filippo Ganna guadagna 3'' d'abbuono e resta in maglia rosa.


Seconda frazione del Giro d’Italia, dopo la cronometro di ieri che ha visto trionfare il favorito Filippo Ganna, che parte oggi in maglia rosa.

La seconda tappa del Giro 2021 è la Stupinigi-Novara di 179 chilometri.

Si tratta di una frazione completamente pianeggiante che presenta solo un Gpm di quarta categoria situato dopo 95 chilometri dal via.
I due traguardi volanti, invece, sono situati al chilometro 139,6 e 152,8. Sostanzialmente, sarà impossibile evitare la volata di gruppo.

I grandi favoriti per il successo sono l’australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal), l’uomo più veloce presente nella startlist, e il Mago Tim Merlier (Alpecin-Fenix), sprinter belga che viene dal ciclocross, il quale, in questo 2021, ha conquistato Le Samyn, il Gp Jean-Pierre Monseré e la Bredene Koksijde Classic.

A contendere il successo ai due sopraccitati troveremo il campione d’Europa Giacomo Nizzolo (Qhubeka Assos), il quale insegue ancora la prima vittoria di tappa al Giro, e un Elia Viviani (Cofidis) che dopo un lunghissimo digiuno ha ritrovato la vittoria, a fine marzo, al Gp Cholet – Pays De Loire.

Non vanno sottovalutati, inoltre, il tre volte iridato Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), che di recente ha conquistato una frazione al Tour de Romandia, il colombiano Fernando Gaviria (Uae Team Emiretes), intenzionato a tornare all’antico splendore dopo un periodo particolarmente avaro di soddisfazioni, e la coppia della Jumbo-Visma composta dal rientrante Dylan Groenewegen e dal giovane David Dekker.

Per gli uomini di classifica sarà una tappa, per larghi tratti, tranquilla. 
Nel finale, però, sarà obbligatorio tenere gli occhi aperti. 

In queste tappe, infatti, si affrontano gli ultimi chilometri a velocità altissime e il rischio di cadere è sempre molto alto.

Sarà fondamentale, dunque, per chi ambisce a conquistare un piazzamento di rango in classifica generale, avere al fianco dei compagni, nel finale, capaci di scortare il capitano fino al traguardo senza che questi incorra in dei pericoli.