Sinner perde in finale a Miami: a trionfare è Hurkacz

Al tennista altoatesino non riesce l'impresa di diventare il più giovane trionfatore in un Masters 1000: polacco più solido, ma niente è da buttare. Match che termina 7-6 6-4

Jannik Sinner

Jannik Sinner

Globalsport 4 aprile 2021
Una partita che lascia l'amaro in bocca per quanto visto nei due set della finale del torneo di Miami.
Il 19enne italiano Jannik Sinner perde in finale contro il polacco Hurkacz, in un atto finale che si è giocato sul filo dei nervi, finito 7-6 6-4.
Sinner sarebbe diventato il più giovane vincitore del torneo di Miami.
Niente è da buttare, soprattutto per il percorso fatto dal giovane nel corso nel torneo e in generale dell'ultimo anno: ci sarà sicuramente tempo per lavorare e migliorare per competere con i più grandi.
L'età è dalla sua parte e la strada è lunga e faticosa, ma davanti a sé c'è una grande luce.
La partita - Match che è partito subito in salita per Sinner, sotto immediatamente 3-0, ma riesce a recuperare fino ad andarsi a giocare il tie break, perso nettamente per 7-4.
Sinner che aveva servito per il set sul 6-5, cedendo il servizio a zero.
A questo punto il 19enne perde la strada fino ad andare sotto per 4-0 nel secondo set, ma riesce ad avere  un colpo di coda importante fino a tornare sotto al polacco sul 5-4.
Rimonta che viene fermata dal turno di servizio di Hurkacz, che riesce a conquistare set e match.
A volte si riesce ad imparare molto dalle sconfitte, per riuscire poi a dare il meglio. 
Speriamo che Sinner riesca a fare tesoro della partita di oggi per riuscire a competere con i maestri di questo sport.