Sinner batte Bublik ed è in semifinale all'Atp di Miami: è il più giovane italiano di sempre a farlo

Il giovane altoatesino rimonta in entrambi i set e vince 7-6 6-4. Per la prima volta ha conquistato l’accesso alla semifinale di un torneo Masters1000: ora uno tra Bautista e Medvedev

Jannik Sinner

Jannik Sinner

Globalsport 31 marzo 2021
Una grande stella sta nascendo (o è già nata) nel tennis italiano: si tratta di Jannik Sinner, che si qualifica alla semifinale del torneo dell'Atp di Miami battendo Bublik.
Il kazako è avversario ostico e viene sconfitto per 7-6 6-4 dopo un'ora e quaranta di gioco in un match intenso che ha visto anche l'italiano anche sotto nel punteggio sia nel primo che nel secondo set.
Primo set in cui Sinner ha un passaggio a vuoto nel 3° game, quando consegna il break al rivale.
L'italiano soffre il gioco 'pazzo' di Bublik (risposte con scatto in avanti, servizio da sotto, discese a rete sulla seconda), ma nel momento decisivo alza il livello: strappa la battuta nel 10° game, salva un break-point nel gioco seguente e si rifugia nel tie-break.
Qui l'azzurro va ancora sotto di due mini-break, ma ancora una volta esce alla distanza e porta a casa il set 7-6 dopo quasi un'ora di gioco, nonostante i 17 errori non forzati (10 tie-break vinti su 12 nel 2021).
L'avvio del secondo parziale è la fotocopia del primo, con Jannik che cede la battuta al primo tentativo.
Questa volta però l'azzurro recupera subito con il controbreak, salva cinque palle break nel gioco successivo  e poi piazza la zampata vincente nel nono game: è quella decisiva che lo manda in semifinale a sfidare uno tra Medvedev e Bautista Agut. 
Una prova di forza premiata anche dal suo avversario, che a fine partita gli ha detto: "Non sei umano".
A 19 anni e 7 mesi, diventa il più giovane giocatore italiano a conquistare il pass per i magnifici quattro di un 1000: un talento da salvaguardare per il nostro paese.