58 anni fa nasceva il più forte giocatore di basket di tutti i tempi: tanti auguri a Micheal Jordan

Il compleanno di un uomo che ha cambiato per sempre questo sport, diventando un’icona a livello globale, anche oltre il basket

Micheal Jordan, “Jumpman”

Micheal Jordan, “Jumpman”

Globalsport 17 febbraio 2021

In questa sorta di Natale per tutti i cestisti, auguriamo un buon compleanno al più grande di tutti i tempi, il Goat per eccellenza di questo sport: Micheal Jordan. 

Nato il 17 febbraio 1963 nel quartiere di Brooklyn a New York, Michael Jordan inizia a muovere i primi passi nel campionato professionistico della Nba all’età di 21 anni. 

Selezionato come terza scelta assoluta al draft del 1984 dai Chicago Bulls, Jordan trascorre la maggior parte della sua carriera ai tori rossi, portandoli alla vittoria di ben sei titoli, i cosiddetti “three-peat” (1991-1993/1996-1998), conquistati insieme a Pippen e Rodman.

 

Pochi anni prima della vittoria del suo primo titolo Nba, Michael Jordan mise in mostra le sue grandi doti di atleta all’All-Star Game di Seattle prima (1987) e Chicago poi (1988). 

Tutti gli appassionati della palla a spicchi ricordano queste due finali dello Slum Dunkest Contest per un semplice motivo: “the Jump Man“. Jordan prende la rincorsa da fondo campo e si esibisce in uno spettacolare stacco dalla linea del tiro libero che termina con una schiacciata in volo.

Michael Jordan è stato capace di crearsi una buona immagine non soltanto da giocatore, ma anche da testimonial, diventando un grande brand sportivo a livello internazionale per la Nike. 

Nel 1984, a soli 21 anni, Jordan venne ingaggiato proprio dalla Nike per pubblicizzare delle sneakers. La prima linea di scarpe nata dalla simbiosi Nike-Jordan fu inizialmente bandita dalla Nba perché non andava a rispettare degli standard imposti dalla lega. 

Nessuno si sarebbe mai aspettato che questa partnership avrebbe dato vita poi ad un brand iconico, capace di generare miliardi di ricavi a livello internazionale.

 

Numerosi i premi ottenuti da Jordan, sei titoli Nba con i Chicago Bulls, cinque volte miglior giocatore del campionato, due ori olimpici con gli Usa (1984 e 1992).

Termina la sua lunga carriera nel basket giocato con la casacca dei Washington Wizards nel 2003. 

L’11 settembre del 2009 viene inserito nella Hall of Fame Nba.

Dal 2010 è diventato proprietario della franchigia bianco-celeste di Charlotte.