La Corte Suprema svizzera assolve Sun Yang e annulla la sentenza del Tas

La motivazione della Corte ha dichiarato l'imparzialità del giudice italiano Franco Frattini per frasi anti-cinesi. Previsto un nuovo processo a Yang senza il giudice.

Sun Yang

Sun Yang

Globalsport 15 gennaio 2021
La vicenda risale al maggio scorso quando la difesa di Sun Yang, durante il processo del Tas a suo carico per doping, ha presentato dubbi di imparzialità del presidente del panel Franco Frattini ( ex ministro degli esteri italiano) per suoi tweet risalenti al 2018 e 2019 che esprimevano disprezzo e contrarietà verso le pratiche di macellazione di carne canina in vigore in Cina.
La Corte Suprema svizzera ha accolto questa richiesta giudicando fondate le richieste della difesa dell'imputato e per questo ha deciso di annullare la sentenza di sospensione di 8 anni dall'attività sportiva del campione cinese.
I giudici federali hanno affermato che "i dubbi sull'imparzialità dell’arbitro erano oggettivamente giustificati" in relazione all'appello presentato.
Pur ritenendo legittimo e sacrosanto il principio per cui ogni individuo può esprimere il proprio pensiero senza per questo essere punito, vengono comunque considerate inappropriate per un giudice le espressioni violente e discriminatorie usate nel caso specifico.
Ora, a causa di quei tweet, il giudice Frattini è stato estromesso dal nuovo processo e non potrà partecipare alla decisione di ammettere lo stileliberista cinese alle Olimpiadi di Tokyo 2020.