Nova Eroica 2020: una storia per immagini

La versione dedicata alle gravel della corsa sulle strade sterrate della Toscana è stata un successo, malgrado il tempo e le misure anti-COVID

didascalia

didascalia

Carlo Simonelli 31 ottobre 2020
Un Koan Zen che molti citano e che solo pochi mettono in pratica racconta di un uomo che — appeso a una pianta su fianco di un precipizio, con una tigre che lo bracca dall'alto e un'altra tigre che lo aspetta in basso —, vede una fragola, la coglie e la mangia, assaporandola con grande piacere.

La Nova Eroica di Buonconvento è stata un po' così: da un lato c'erano le nuvole scure della perturbazione in arrivo dal Golfo del Leone; dall'altro avevamo le notizie sempre più cupe e probabili di una nuova stretta anti-COVID che avevano più che dimezzato il numero dei partenti (575) in rapporto agli iscritti (1274), molti dei quali sarebbero dovuti arrivare da altre parti d'Europa, dalle Americhe e perfino dall'Islanda.
Malgrado ciò, la Nova Eroica c'è stata e, come la fragola del racconto, è stata succulenta e deliziosa.

Dopo un inizio incerto, il tempo è andato via via migliorando e la pioggia caduta il giorno prima si è rivelata perfino beningna, perché ha compattato la tratta sterrata del percorso, rendendola meno polverosa.
Il borgo di Piana, punto di partenza e arrivo della corsa, è stata una cornice perfetta e sicura per la manifestazione; l'organizzazione, lì come lungo tutto il percorso, è stata, come sempre, impeccabile.

Io — confesso — mi aspettavo che il popolo della gravel fosse un po' più freddo di quello delle ciclostoriche, ma mi sbagliavo: la “selezione per censo culturale” dell'Eroica ha funzionato una volta di più e l'atmosfera prima dopo e durante la gara è stata la stessa che ho scoperto e amato a Gaiole e Montalcino.

Non è stato facile, lasciare Buonconvento; tornare al mondo reale, all'ora solare e a un inverno che si preannuncia più difficile del solito, ma questo fine settimana mi ha dato un po' più di fiducia nel futuro, mi ha dimostrato che c'è un'altra Italia, oltre a quella che se ne frega delle regole.
Un'Italia fatta di persone che non litigano, non offendono, che si aiutano a vicenda e che sorridono, malgrado tutto.
Se alla fine andrà tutto bene, sarà per merito loro.
Un concorrente sorveglia la propria bicicletta prima della partenza

Un concorrente sorveglia la propria bicicletta prima della partenza

Perché lo attaccano sulla schiena, se si chiama: "pettorale"?

Perché lo attaccano sulla schiena, se si chiama: "pettorale"?

Prima della partenza, gli atleti sono separati in due file per garantire il distanziamento

Prima della partenza, gli atleti sono separati in due file per garantire il distanziamento

Alle otto, Franco Rossi dà il via alla corsa

Alle otto, Franco Rossi dà il via alla corsa

Le partenze però continueranno fino alle nove

Le partenze però continueranno fino alle nove

Si vedono scene da: “Ladri di biciclette”

Si vedono scene da: “Ladri di biciclette”

Un'amaca mi tenta, ma resisto alle sue blandizie (anche perché è zuppa)

Un'amaca mi tenta, ma resisto alle sue blandizie (anche perché è zuppa)

Autumn leaves

Autumn leaves

I concorrenti sfrecciano veloci davanti a me..

I concorrenti sfrecciano veloci davanti a me..

..alla concorrenza..

..alla concorrenza..

..e scompaiono all'orizzonte.

..e scompaiono all'orizzonte.

C'è sempre una coppia sul tandem

C'è sempre una coppia sul tandem

Nutrita come sempre la presenza femminile: 149 iscritte

Nutrita come sempre la presenza femminile: 149 iscritte

Il tratto iniziale del percorso è sull'asfalto..

Il tratto iniziale del percorso è sull'asfalto..

..poi, però, arrivano lo sterrato e la salita

..poi, però, arrivano lo sterrato e la salita

I concorrenti sono seguiti dall'AZNALUBMA

I concorrenti sono seguiti dall'AZNALUBMA

Non era stanco: aveva un problema al ginocchio

Non era stanco: aveva un problema al ginocchio

Finalmente, si arriva al punto di ristoro

Finalmente, si arriva al punto di ristoro

Ci si rifocilla..

Ci si rifocilla..

..si controllano le biciclette..

..si controllano le biciclette..

..e si fa qualche telefonata

..e si fa qualche telefonata

Un altro tratto di asfalto e poi l'arrivo

Un altro tratto di asfalto e poi l'arrivo

Qualche domanda a Giancarlo Brocci..

Qualche domanda a Giancarlo Brocci..

..e al primo dei 575 vincitori della corsa

..e al primo dei 575 vincitori della corsa

Foto ricordo con gli amici

Foto ricordo con gli amici

Si lava via il fango..

Si lava via il fango..

..si mangia qualcosa mentre la bicicletta si asciuga..

..si mangia qualcosa mentre la bicicletta si asciuga..

..poi si fa un salto alla Cantina di Montalcino, che è a due passi

..poi si fa un salto alla Cantina di Montalcino, che è a due passi