Pellegrini: “Si parla solo di calcio, non si tengono in considerazione gli altri sport”

Nuoto: l’atleta azzurra vorrebbe ricominciare ad allenarsi: “Noi atleti paghiamo in primis le conseguenze di stop così lunghi”

Federica Pellegrini

Federica Pellegrini

Globalsport 14 aprile 2020

Federica Pellegrini nelle ultime settimane è stata protagonista della storia sulla vendita all’asta dei propri cimeli olimpici, e non, per la raccolta fondi destinata all’acquisto di materiale sanitario.


A beneficiarne è stato l’ospedale di Bergamo “Papa Giovanni XXIII”.


Quest’oggi ai microfoni di “Tutti convocati” su Rai New 24 di cui era ospite, ha rilasciato una breve intervista in cui ha espresso la sua opinione rispetto alle riaperture dei centri sportivi:


"In un pensiero di riapertura generale, lo sport deve essere considerato come un grande lavoro che serve alla nazione. Mi spiace sentir parlare solo di calcio in questi giorni, esistono anche tutti gli altri sport".


Queste le prime parole dell’atleta azzura, che ha continuato la sua intervista spiegando quanto possa essere nocivo per gli atleti professionisti, di caratura nazionale, uno stop così lungo:


"La salute viene prima di tutto – l’incipit - ma se si ricomincia ad aprire, riapriamo almeno lo sport per i professionisti, per noi cambia tanto quando siamo fermi il pomeriggio del sabato e domenica e quando lo siamo per un mese e mezzo".