L'italoamericano Nico Mannion si dichiara per il Draft Nba

La giovane point guard di Arizona ha deciso di fare il grande passo. Sarà presente al Draft, la cerimonia nella quale i talenti del college vengono scelti dalle squadre Nba

Nico Mannion con la maglia di Arizona

Nico Mannion con la maglia di Arizona

Globalsport 8 aprile 2020
Il sogno di tutti i bambini che, almeno una volta hanno tirato una palla a spicchi verso un canestro, è quello di approdare nella lega più prestigiosa al mondo: La Nba. Un gioiellino italiano è molto vicino a coronare il sogno, si tratta di Nico Mannion, classe 2001 nato a Siena. Mannion si è ufficialmente reso eleggibile al Draft 2020 e, network come la Espn, lo posizionano alla numero 14 del Mock Draft (le previsioni del Draft). Le sue doti migliori sul campo da gioco sono l'intelligenza cestistica, l'esplosività e l'ampio raggio di tiro. Nella suo primo, ed unico anno al college con la maglia di Arizona, ha concluso il campionato Ncaa con 14 punti e 5.3 assist di media, meritandosi l’inclusione nel miglior quintetto della sua conference.

Lo sport ce l'ha nel sangue, è figlio dell'ex cestista americano Pace Mannion e dell'italiana Gaia Bianchi, ex pallavolista. In questo momento in Nba gli italiani in forza sono Danilo Gallinari con la maglia dei Thunder, Marco Bellinelli ai San Antonio Spurs e Nicolò Melli ai Pellicans. Vedremo se anche il giovane Nico si unirà agli altri fuoriclasse tricolore e alla nazionale italiana, nel frattempo come ha recentemente dichiarato lui stesso continua incessantemente ad allenarsi: “Faccio pesi e tiro, lavoro su ogni aspetto del mio gioco che posso perfezionare: può essere il passaggio, il ball-handling, la capacità di sfruttare i blocchi, ma sto lavorando anche per allungare il mio raggio di tiro. Provo a vedere questo tempo libero imposto dal lockdown come un’opportunità di migliorare: guardo a ripetizione filmati di Steve Nash e Chris Paul, come sfruttano loro i blocchi per entrare nel cuore delle difese avversarie e poi punirle con il floater”.