Vettel:"Non vedo l'ora di tornare sulla mia Ferrari. Ma bisogna ripartire in sicurezza"

In videoconferenza, il pilota tedesco ha toccato vari argomenti: come sta trascorrendo la quarantena, la ripresa del mondiale e il suo futuro

Sebastian Vettel Ferrari

Sebastian Vettel Ferrari

Globalsport 17 aprile 2020
Cosa fa un pluricampione del mondo senza le corse? Sicuramente è molto difficile per chi è abituato a vivere a trecento all'ora.
Sebastian Vettel, in una videoconferenza con alcuni giornalisti, ha spiegato come sta affrontando questo periodo:"Stando chiuso in casa ho scoperto un sacco di cose nuove, la tua famiglia con cui puoi stare in maniera più intensa. Mi godo di più i miei tre bambini, e con il rispetto per il momento triste, c'è l'opportunità per tutti di capire cosa è importante nella vita. Ovviamente mi manca cenare con i miei amici e i miei genitori, ma anche andare in un grande magazzino o dal barbiere. Penso a quando tornerò in macchina e sento che sarà un momento bello."
Sulla ripresa del campionato di Formula 1:"L'importante è ripartire, anche senza pubblico. Passare sotto le tribune piene di gente è inebriante, però c'è bisogno di sicurezza. Nel prendere le decisioni adesso c'è una grande responsabilità: bisogna considerare il business, ma anche tutelare la salute di chi lavora nel paddock e del pubblico stesso.
Mi aspetto una stagione con alcune gare in meno, ma un mondiale è sempre un mondiale."
Sul suo contratto con la Ferrari, in scadenza a fine stagione, poi conclude:"E' presto per parlare del mio contratto, ancora non si sa quando si correrà la prima gara. Ne discuteremo al momento opportuno. Visto che una parte di test è saltata del tutto, prima dobbiamo capire come migliorare la macchina".