Trionfo Ducati al Mugello: Lorenzo primo, Dovizioso secondo

Gara dominata dal duo della Ducati, il campione del mondo Marquez scivola sulla ghiaia, terza posizione per Valentino Rossi

Lorenzo

Lorenzo

Redazione 4 giugno 2018

Jorge Lorenzo, in sella alla Ducati, vince la gara del Gran premio d’Italia al Mugello, del MotoGp. Seconda posizione l’altra Ducati, di Andrea Dovizioso, mentre Valentino Rossi (Yamaha) si deve accontentare dell’ultimo gradino del podio. Andrea Iannone (Suzuki) occupa il quarto posto.
Jorge Lorenzo ha dominato la gara al Mugello: il pilota spagnolo ha distanziato di oltre 6'' il compagno in Ducati Andrea Dovizioso, seguito a ruota dalla Yamaha di Valentino Rossi. Il colpo di scena della gara al 4/o giro quando il leader del mondiale, Marc Marquez (Honda), è scivolato sulla ghiaia dopo essere arrivato lungo alla staccata della curva Correntaio. Il campione spagnolo si era già reso protagonista di un contatto alla curva Poggio Secco con la Ducati di Danilo Petrucci. Mentre per Lorenzo la gara andava avanti apparentemente senza problemi, dietro la lotta per il podio si è accesa con Dovizioso, Rossi, Petrucci e le due Suzuki di Andrea Iannone e Alex Rins. Sul finale le differenti mescole delle gomme montate sulle moto hanno fatto la differenza permettendo a Dovizioso e Rossi di conquistare la 2/a e 3/a piazza.
Nella conferenza stampa post gara del GP d'Italia divertente siparietto tra Joge Lorenzo (vincitore della gara davanti all'altro pilota della Ducati Andrea Dovizioso) e Valentino Rossi (salito sul terzo gradino del podio). Tutto parte da una maglietta da gondoliere messa sotto il casco di Jorge. Lo spagnolo è stato a Venezia al pre-event Dorna e sente che gli ha portato bene in vista della prima vittoria su Ducati. Lo spiega ai giornalisti, e poco dopo Rossi (che di scaramanzia se ne intende) interviene: "Ora ti tocca andare a Venezia prima di ogni Gran Premio". Il clima è disteso, Jorge replica: "Se trovi una bella ragazza io ci vado, eh, anzi, andiamoci insieme, doppia coppia". Scoppiano a ridere entrambi, la scena finisce con pacche sulle spalle e stretta di mano tra le risate dei giornalisti. Distensione, pace fatta, magie della Serenissima.