Falsificavano i rimborsi spesa: gli arbitri Pasqua e La Penna squalificati

La commissione disciplinare dell’Associazione Italia Arbitri li ha fermati per 16 e 13 mesi: avrebbero falsificato scontrini e ricevute per ottenere rimborsi più alti

L'arbitro Pasqua

L'arbitro Pasqua

Globalsport 17 luglio 2021

I due arbitri di calcio Fabrizio Pasqua e Federico La Penna sono stati squalificati per 16 e 13 mesi dalla commissione disciplinare dell’Associazione Italia Arbitri (Aia) perché coinvolti in un giro di rimborsi falsificati insieme ad altri quattro membri dell’Aia.

Fino a qualche mese fa Pasqua e La Penna arbitravano regolarmente in Serie A: a maggio erano stati sospesi dopo che era stata aperta un’inchiesta sui rimborsi che l’Aia garantiva loro per le trasferte.

L’accusa ritiene che Pasqua e La Penna falsificassero scontrini e ricevute per ottenere rimborsi più alti.

Se la pena non verrà ridotta nei due prossimi gradi di giudizio, Pasqua e La Penna saranno di fatto radiati: l’Aia infatti non ammette al proprio interno membri che negli ultimi dieci anni hanno ottenuto squalifiche superiori a un anno.