Per la festa dell'Inter scatta piano anti-Covid: tremila persone fuori da San Siro

La decisione arriva dalla Prefettura di Milano in vista dei festeggiamenti annunciati prima di Inter-Samp di sabato: al vaglio ulteriori divieti di accesso in alcune aree "strategiche" della città.

Piazza Duomo piena di tifosi interisti

Piazza Duomo piena di tifosi interisti

globalist 5 maggio 2021
Come la si pensi, se sia giusto o meno festeggiare la propria squadra che si appresta a vincere lo scudetto in piena pandemia, il mega assembramento di tifosi in piazza Duomo domenica non è più replicabile.
La città di Milano prende le misure per i possibili futuri festeggiamenti dello Scudetto da parte dei tifosi dell'Inter. 
Come spiega il Corriere della Sera, il Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza, riunitosi in Prefettura mercoledì mattina, ha stabilito un limite massimo di tremila tifosi intorno a San Siro prima del match contro la Sampdoria di sabato 8 maggio alle 18, scremati da un sistema di varchi e pre-filtraggio. Sono al vaglio ulteriori divieti di accesso in alcune aree "strategiche" della città, come piazza Duomo e la Darsena.
"Durante l'ultima partita di campionato il 23 maggio a San Siro ci sarà una mega festa Scudetto che avrà inizio alle ore 9.
La Curva Nord Milano preparerà qualcosa di sensazionale all'esterno dello stadio e festeggeremo insieme ai giocatori. Si raccomanda il rispetto delle normative Covid-19 come da decreto legge in vigore".
Questo il messaggio con cui la curva Nord, ovvero gli ultrà dell'Inter, hanno annunciato l'intenzione di voler organizzare una serie di eventi per celebrare la conquista del 19esimo Scudetto, con l'intenzione di coinvolgere qualche giocatore se non addirittura il tecnico Antonio Conte.
In vista di questo secondo appuntamento la Prefettura milanese ha in programma di incontrare i capi ultrà per studiare un piano anti-Covid.