Caso Mayorga: l'accusa chiede a Ronaldo un risarcimento di 56 milioni di sterline per il presunto stupro

Kathryn Mayorga, l’ex modella che ha accusato il calciatore portoghese di un presunto stupro nel 2009 in un hotel di Las Vegas chiede come risarcimento 65 milioni di euro

Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo

Globalsport 29 aprile 2021
Torna alla ribalta il caso Mayorga per cui Cristiano Ronaldo è accusato di stupro dalla ex modella Kathryn Mayorga, che ora chiede 56 milioni di sterline (circa 65 milioni di euro) come risarcimento per il “dolore e la sofferenza” causati da quella vicenda.
Andando più nel dettaglio, Mayorga richiede circa 20 milioni di euro per “il dolore e la sofferenza passati”, 20 milioni per quelli futuri e 20 milioni come danni punitivi. 
Il resto servirebbe a coprire le spese giudiziarie e coprire tutte le altre somme che la ragazza ha dovuto pagare in questi anni. 
L’ammontare totale equivarrebbe a poco più di due anni di stipendio del campione di Madeira alla Juventus.
Una vicenda lunga 12 anni
La vicenda risale al 2009, quando stando al racconto di Mayorga, Ronaldo la aggredì sessualmente in un hotel di Las Vegas. 
Nel 2010, la modella aveva accettato 311.000 euro come parte di un accordo di non-divulgazione, ma nel 2018 ha presentato ricorso dichiarando che al momento della firma era “mentalmente incapacitata”, Nel giugno 2019, l'ufficio del procuratore distrettuale della contea di Clark (Las Vegas) aveva interrotto il processo contro Cristiano Ronaldo dopo una lunga indagine conclusasi con una dichiarazione che evidenziava come non sussistessero “prove sufficienti riguardo al fatto che il portoghese avesse violentato la modella Kathryn Mayorga nel 2009” ma circa sei mesi fa un giudice del Nevada aveva rigettato la richiesta dei legali del fuoriclasse della Juventus di annullare la causa civile che la donna ha intentato contro di lui.