Clamoroso a Parigi: sospesa Psg-Basaksehir per insulti del quarto uomo ai giocatori di colore

Il match è sospeso al 13’: l’attaccante della squadra turca Demba Ba accusa il quarto uomo Coltescu di aver rivolto degli epiteti razzisti nei confronti dei giocatori durante il match di Champions

D’embargo Ba, uno dei giocatori vittima degli insulti razzisti

D’embargo Ba, uno dei giocatori vittima degli insulti razzisti

Globalsport 8 dicembre 2020

Gara sospesa a Parigi tra Psg e Basaksehir, non per pioggia ma per qualcosa di mai visto prima.

Le due squadre hanno infatti momentaneamente lasciato in campo, in seguito all’accusa dell’attaccante della squadra turca Demba Ba verso il quarto uomo Coltescu, reo di aver rivolto degli epiteti razzisti nei confronti dei giocatori di colore. 

L’arbitro romeno Hategan ha tentato di placare gli animi e far ricominciare il match, interrotto al 13' ma nonostante le mediazioni del delegato UEFA con il dirigente parigino Leonardo, la partita ancora non è ripresa.

L’epiteto usato dal quarto uomo sarebbe “black guy”: fin da subito la panchina turca è andata su tutte le furie e il match è ancora sospeso da oltre un quarto d’ora.