Gli hotel rifiutano l'alloggio ai braccianti stranieri, Keita affitta una struttura per 90 di loro

Baldè, dopo aver fatto scattare la denuncia nei confronti degli hotel a Lleida, in Spagna, è passato all'azione, e ha affittato una struttura per 90 di loro.

Keita

Keita

Globalsport 2 giugno 2020

Keita Baldè non resta a guardare.

Nei giorni scorsi l'attaccante del Monaco aveva denunciato la difficoltà di 200 braccianti senegalesi a trovare un alloggio a Lleida, in Spagna, con diversi hotel che si erano rifiutati di ospitarli nonostante il calciatore fosse disposto a pagare vitto e alloggio.
L'ex di Lazio e Inter non si è però dato per vinto, e nel corso di una diretta Instagram ha annunciato di aver affittato una struttura dove potranno essere ospitati 90 lavoratori stagionali che stavano vivendo in alloggi di fortuna per strada e avevano difficoltà a trovare del cibo: “Mi sono offerto volontario per aiutarli, visto che non avevano proprio nulla e dormivano sui cartoni. Non sono qui per combattere una guerra morale, sociale, di razza o colore. Ho inviato il denaro necessario affinché abbiamo un tetto sotto cui dormire, da mangiare e vestiti puliti".