Scontri prima di Liverpool-Roma: un tifoso giallorosso condannato a 2 anni e mezzo

Daniele Sciusco è stato condannato dalla giustizia britannica. Non è stato coinvolto nel ferimento di Sean Cox ma è stato ritenuto responsabile dei disordini

Sean Cox fu ferito dagli ultras della Roma

Sean Cox fu ferito dagli ultras della Roma

Redazione 24 agosto 2018

Al pari di tanti altri episodi simili (basti pensare allo scempio fatto dai tifosi del Feyenoord nella Capitale)  è stato un momento miserabile e squallido di violenza e tracotanza: il tifoso della Roma Daniele Sciusco è stato condannato a Liverpool a due anni e mezzo di carcere per gli incidenti scoppiati vicino allo stadio della città inglese in occasione della semifinale di Champions League del 24 aprile. In quegli incidenti rimase gravemente ferito il tifoso irlandese Sean Cox anche se Sciusco non ebbe alcuna responsabilità diretta nel suo ferimento.


I tafferugli furono ripresi in video.


Sciusco era stato arrestato assieme a un altro 21enne tifoso della Roma, Filippo Lombardi, per l'aggressione a Cox, rimasto a lungo in coma e oggi ancora in condizioni critiche. Ma il 29enne italiano era stato in grado di dimostrare subito la sua estraneità all'episodio. Aveva "soltanto" partecipato agli scontri avvenuti al di fuori dello stadio poco prima dell'inizio della partita.


Per questo ha dovuto soltanto rispondere di disordini violenti, mentre Lombardi è accusato di lesioni gravissime e su questo verrà giudicato.