Suso, l'amaro sfogo dell'ex Milan: "Vissuto settimane difficili, lottato contro tutti"

Dopo tre stagioni e mezzo ed un'ultima fase densa di critiche Suso approda al Siviglia e lascia il Milan. Dal quale si congeda con gratitudine ma anche con amarezza.

Suso con la nuova maglia

Suso con la nuova maglia

Globalsport 30 gennaio 2020
Ieri sera Suso è divenuto ufficialmente un giocatore del Siviglia, lasciando così il Milan. Considerato da tanti come uno dei problemi del sodalizio rossonero dopo il travagliato inizio di campionato, l'esterno spagnolo in questa stagione si è fatto notare principalmente per aver ricordato a Salvini di occuparsi di politica e non del suo rendimento in campo.
Nelle sue prime parole da ex Suso, che ha disputato tre stagioni e mezzo in rossonero, ha ricordato le difficoltà dell'ultimo periodo: "Il Milan e il Siviglia sapevano bene che volevo venire qui. Ho vissuto settimane difficili, abbiamo dovuto lottare contro tutti, ma la cosa importante è che adesso sono al Siviglia. Volevo venirci da tanto tempo, ci abbiamo provato anche l’estate scorsa"
Alla fine Suso ha voluto comunque ringraziare la società e il pubblico milanista congedandosi da loro con un  lungo video post su Instagram: "Abbiamo passato anni particolari: diverse società, tanti dirigenti, numerosi allenatori. E oggi - prosegue - sono qui, non avete idea di quello che provo in questo momento. Non sono stato e non sarò bravo neanche stavolta a raccontare le mie emozioni. Ma credetemi, mi mancherete. In bocca al lupo. Grazie Milan, sarò per sempre un tifoso vostro. Con affetto, Suso".