Sarri è il principale candidato per succedere Conte al Chelsea

L'arrivo di Ancelotti sulla panchina del Napoli libera di fatto Sarri, che è il favorito per sedersi sulla panchina dei Blues come successore di Conte

Maurizio Sarri

Maurizio Sarri

Redazione 23 maggio 2018

La storia fra Sarri e il Napoli è ufficialmente giunta al capolinea, come diverse dichiarazioni avevano lasciato presagire nelle settimane passate. Oggi, con l’ufficializzazione di Carlo Ancelotti sulla panchina partenopea, il tecnico originario napoletano è quindi in cerca di una nuova sistemazione.
Maurizio Sarri, infatti, torna ad essere il favorito per la panchina del Chelsea. Secondo il tabloid Sun è proprio il tecnico toscano la prima scelta per la successione di Antonio Conte sulla panchina dei Blues. In questi giorni allo Stamford Bridge la priorità è risolvere il contratto dell'ex Ct azzurro al Chelsea: già entro il fine settimana è attesa una decisione.
Gli inglesi spingono per una rescissione consensuale del contratto che lega Conte ai Blues per un'altra stagione. L'interessato, viceversa, non sembra disposto a concedere sconti e pretende il pagamento dei restanti emolumenti (circa 10 mln). Una volta risolta la vertenza, il Chelsea potrà così accelerare sul nuovo manager. E dopo giorni in cui il nome di Sarri era stato accantonato, oggi - alla luce degli sviluppi di Napoli - è tornato prepotentemente d'attualità. Ma la trattativa non si annuncia semplice dal momento che resta in piedi (fino alla fine di maggio) la clausola rescissoria pretesa dal Napoli.
Dopo l'accordo con Carlo Ancelotti, che sarà il nuovo allenatore del Napoli, non sono previsti, a quanto si apprende da fonti azzurre, incontri tra il presidente Aurelio De Laurentiis e Maurizio Sarri. Il tecnico toscano potrà ora accasarsi in un'altra squadra che dovrà però pagare la clausola di otto milioni prevista dal suo contratto fino al 2020, oppure sarà esonerato dall'incarico e resterà sotto contratto con il Napoli in attesa di un nuovo club, che dovrà comunque trattare una buonuscita con il club azzurro. Per ora negli ambienti del Napoli non viene presa in considerazione l'ipotesi di rescissione del contratto.