La Juventus fa Cuadrado in casa e torna al successo in campionato: 1-0 alla Fiorentina con Milenkovic espulso

I bianconeri vincono al minuto 91 contro la Viola dopo una giocata di Cuadrado che decide il match da subentrato, prima traversa di Chiesa e doppio giallo a Milenkovic a 20' dal termine, cambiando la partita.

L'esultanza di Juan Guillermo Cuadrado al minuto 91 quando ha sbloccato il match contro la Fiorentina

L'esultanza di Juan Guillermo Cuadrado al minuto 91 quando ha sbloccato il match contro la Fiorentina

Globalsport 6 novembre 2021
Dopo 3 partite di cui il pareggio a San Siro contro l'Inter e le sconfitte per 2-1 contro Sassuolo, a Torino, e Verona, la Juventus torna al successo in campionato vincendo di scarto grazie a Cuadrado contro una Fiorentina che, dopo il successo ad Agosto a Bergamo, ha sempre mancato i 3 punti negli scontri diretti, con il prossimo che la vedrà ospitare il Milan senza i due centrali titolari: Milenkovic è stato espulso e il diffidato Quarta ammonito.
Poco prima del via, nel riscaldamento, dopo le cattive notizie su Szczesny e Bonucci oggi assenti, se ne aggiunge una nuova: problema agli adduttori per il toscano, che viene quindi sostituito dal conterraneo Rugani per affiancare De Ligt; dall'altra parte dopo il successo contro lo Spezia confermato il centrocampo formato da Castrovilli, Torreira e Bonaventura con Saponara a sostituzione di Nico Gonzalez nel tridente offensivo.
Primo tempo che vede, come suo solito, partire bene la Fiorentina che palleggia e sfrutta lo spazio che una Juve contratta e un Alex Sandro in difficoltà lasciano, senza però impienserire davvero Perin, di cui collega toscano è anch'esso mai fin troppo impegnato con il primo tempo che si chiude con un check per un possibile tocco di mano in area Juve che rimanda l'ufficialità della fine, alla fine per l'arbitro Sozza non ci sono gli estremi per il tiro dagli 11 metri.
Secondo tempo che prosegue sulla falsa riga del primo con la differenza dettata da una Juve che prova a ripartire in contropiede sfruttando la velocità di Chiesa che al minuto 73 manda fuori tempo il già ammonito Milenkovic nella propria metà campo facendo espellere il serbo; pochi minuti più tardi ancora Chiesa lotta dopo una chiusura di uno due a pallonetto di Locatelli che sembrava facile preda di Biraghi riuscendo a concludere, la palla si stampa sulla traversa.
La partita assume quindi un nuovo copione dopo i cambi: da una parte Allegri inserisce Cuadrado per dare freschezza e imprevedibilità davanti, dall'altra Italiano prova a coprirsi inserendo due centrali come Nastasic e Igor ma anche Sottil, chiedendo al figlio d'arte lavoro sia difensivo che offensivo per supportare Vlahovic, abbandonato alla lotta con De Ligt.
Proprio nel primo degli iniziali 4 minuti di recupero (divenuti poi 7) Cuadrado risolve la partita con una giocata: in area di rigore tenta l'azione personale invece di tergiversare come i compagni, dribbla sul fondo Biraghi andando al tiro-cross, pallone che viene toccato da Biraghi che spiazza Terracciano con la palla che passa tra portiere e primo palo.
Con questa vittoria la Juventus raggiunge proprio la Fiorentina e la Lazio a quota 18 punti con il 4° posto della Roma, che giocherà a Venezia, distante 1 punto; da segnalare da una parte la prestazione di Locatelli, uomo ovunque del centrocampo bianconero, capace di rompere le azioni avversarie riuscendo inoltre ad avviare contropiedi, e di De Ligt, bravo a contenere Vlahovic non permettendogli di giocare facilmente spalle alla porta e di muoversi in area.
Degne di nota anche le prestazioni di Chiesa, capace di accendersi in una frazione di gioco e di creare azioni pericolosi per se e per gli altri, di McKennie, sempre bravo a fare la cosa giusta, e Cuadrado, entrato per spaccare la partita e capace di farlo; per gli ospiti il migliore in campo è Martinez Quarta perché nonostante un cartellino giallo preso dopo pochi minuti, riesce a guidare il reparto arretrato per il resto del match, controllando Dybala, Morata e Chiesa.

La cronaca
90+7'

90+5'
Ne ha ancora la Juve con Bentancur che conquista il pallone nella propria metà campo avviando la ripartenza con Kaio Jorge che una volta ricevuto il pallone serve Pellegrini che va al lancio: duello a campo aperto di Chiesa con Igor con il primo che in area prova la conclusione allargandosi sul mancino, Terracciano coi piedi manda in angolo.

90+2'


90+1'
Goal Juventus:
lunga azione della Juventus con Cuadrado che è il primo a prendersi la responsabilità di creare qualcosa e in area punta Biraghi allungandosi la palla sulla destra e liberando il tiro: la palla viene toccata dallo stesso Biraghi che mette fuori posizione Terracciano, con la palla che passa sopra la spalla sinistra di quest'ultimo.
Immagine

88'

87'
Cartellino giallo per Rugani che a metà campo interviene in ritardo ai danni di Vlahovic che con il controllo era andato via centralmente, fallo tattico dell'ex Empoli.

86'
Cuadrado dalla zona esterna di destra serve centralmente fuori area Chiesa che fa il movimento ad andarsene e rientrare andando a concludere di prima con il destro, riesce a respingere Terracciano.

81'
Cartellino giallo per Nastasic che appena entrato stende Locatelli, riuscito ad andare via in un fazzoletto sulla fascia sinistra superando anche Martinez Quarta.

80'
Goal annullato Juventus:
azione di contropiede dei bianconeri con Locatelli che sulla linea laterale va via Martinez Quarta e fa passare il pallone un momento prima dell'intervento ruvido di Nastasic, palla crossata in mezzo da Pellegrini che finisce sui piedi di Cuadrado dalla parte opposta che controlla, alza lo sguardo ed effettua un cross tagliato in mezzo: Morata con il mancino appoggia in rete con il mancino, fuorigioco.

79'

78'

76'
Traversa Juventus:
Chiesa affronta all'incrocio delle linee dell'area di rigore Bonaventura e Castrovilli, poi cede il pallone al vicino Locatelli che chiude l'uno due con un campanile sul quale sembra in vantaggio Biraghi che però salta fuori tempo, Chiesa riconquista in qualche modo la palla che calcia forte di collo al volo, palla che si stampa sulla traversa e torna in gioco.

75'

73'
Cartellino rosso Fiorentina:
riparte la Juventus con Chiesa che a metà campo sguscia via a Milenkovic che mette la gamba destra in ritardo: il ginocchio dell'ex di turno tocca il polpaccio del serbo, protesta Callejon che ricorda all'arbitro che il compagno abbia così commesso due soli falli nella partita.
Immagine

66'
Cartellino giallo per Milenkovic che interviene in ritardo su McKennie, che aveva già ceduto il possesso, avviato in ripartenza a metà campo.

64'

50'

46'
Le squadre sono rientrate in campo con una novità: non c'è Alex Sandro, spazio per Luca Pellegrini.

45+3'

45+2'
Sarebbe finito il primo tempo ma l'arbitro ha fermato i giocatori, che si stavano avviando verso gli spogliatoi, perché c'è il controllo per un possibile rigore a seguito della punizione battuta da Biraghi dopo il cui è finito poi il tempo.
Immagine

45+1'
Se ne va nella corsia mancina Castrovilli che coi piedi sulla linea laterale fa passare il pallone con il tacco nonostante la marcatura di Danilo, che lo stende prendendosi il cartellino giallo.


35'

26'
Primo cartellino del match, è di colore giallo ed è per Martinez Quarta, diffidato, per un fallo a metà campo in ritardo da dietro su Morata.

10'
Occasione per i padroni di casa: Odriozola fa rimbalzare il pallone prima di intervenire poco prima dell'area di rigore, Morata gli scippa il pallone entrando in area e allargandosi sull'esterno dopo aver eluso l'uscita di Terracciano, poi si ferma, attende l'arrivo di qualche compagno e alla fine appoggia per Dybala che tira alto.

2'

Primo rischio della partita per la Fiorentina e se lo prende Terracciano: retropassaggio dai 20 metri di Odriozola, l'ex portiere di Empoli e Catania controlla e aspetta un po' troppo nonostante la pressione di Morata, quando calcia la palla va addosso allo spagnolo di cui viene colpito il tacco, con il pallone che prende il volo e termina fuori dal lato opposto.

1'
Le formazioni
Juventus (4-4-2): Perin; Alex Sandro (dal 46' Pellegrini), de Ligt, Rugani, Danilo; Rabiot (dal 79' Cuadrado), Locatelli, McKennie, Chiesa; Morata (dall'88' Kaio Jorge), Dybala (dal 92' Bentancur).
Immagine
Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Biraghi, Martinez Quarta, Milenkovic, Odriozola; Castrovilli (dal 78' Igor), Torreira (dal 64' Amrabat), Bonaventura (dal 78' Duncan); Saponara (dal 74' Sottil), Vlahovic, Callejon (dal 75' Igor).
Immagine