Una Lazio senza fame crolla ad Istanbul con una papera di Strakosha

Parte male l'avventura europea della Lazio che perde di misura con il Galatasaray a causa di un erroraccio del portiere albanese che infila la palla nella propria porta.

La disperazione di Strakosha per l'errore risultato poi decisivo

La disperazione di Strakosha per l'errore risultato poi decisivo

Globalsport 16 settembre 2021

Galatasaray-Lazio: 1-0

Crolla la Lazio ad Istanbul, la prima del girone va ai turchi.


I biancocelesti non riescono ad entrare in partita e già dai primi minuti della ripresa sono i giallorossi a rendersi pericolosi.
Al 50' un errore in fase di disimpegno di Luiz Felipe spiana la strada ad Akturkoglu che però si fa chiudere lo specchio da Strakosha.
Sono proprio i padroni di casa a fare la partita e al '60 arriva una grossa chance sui piedi di Cicaldou che in area non inquadra la porta.
Dopo pochi minuti arriva il pasticcio: Morutan crossa dalla destra un pallone tutt'altro che insidioso.
Lazzari cerca di allontanare ma impenna la sfera verso la propria porta.
Strakosha con tutta la tranquillità del mondo salta da solo per bloccare la palla, ma la combina grossa facendosela scappare dalle mani e facendola finire in rete.
La Lazio ha due occasioni per pareggiare, prima con Milinkovic che però si fa ipnotizzare da Muslera e poi con Pedro che raccoglie di testa un traversone di Zaccagni, trovando ancora la risposta del portiere argentino.
Tanti errori banali commessi dagli uomini di Sarri che non riescono a riscattare la brutta sconfitta di domenica con il Milan.
Anzi, la squadra capitolina è scesa in campo con un atteggiamento sbagliato, senza grinta e senza fame.
Nell'altra partita del girone il Marsiglia è stato sorpreso dal Lokomotiv Mosca che sotto di un e con un uomo in meno ha trovato la rete del pareggio all'89, a dimostrazione del fatto che riuscire a passare la fase a gruppi non sarà semplice. 


Fine primo tempo al Turk Telekom Stadyum.


Partita senza particolari emozioni in questi primi 45 minuti di gioco, ma sono i turchi ad aver avuto le uniche occasioni pericolose.
Prima una palla rocambolata in area di rigore biancoceleste rischiava di diventare il gol del vantaggio del Galatasaray, ma la difesa di Sarri ha tenuto.
Poi un missile da fuori area di Morutan colpisce in pieno la traversa, con Strakosha che nulla avrebbe potuto se avesse inquadrato lo specchio della porta.
Lazio che nei primi minuti gestiva il pallone, ma ha dovuto perdere il possesso.
Solo qualche sprazzo in ripartenza, ma i biancocelesti non trovano spazi.
Nel finale episodio dubbio in area di rigore con Immobile che lanciato a rete viene recuperato da Marcao che da dietro gli strappa il pallone.
Dopo un rapido check del var il gioco è ripreso tra le polemiche dei laziali.

Formazioni ufficiali:

Galatasaray: Muslera; Yedlin, Nelsson, Marcao, Van Aanholt; Kutlu, Antalyali; Morutan, Cicaldau, Akturkoglu; Dervisoglu.   All. Terim
Lazio: Strakosha; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Akpa-Akpro, Lucas Leiva, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni.   All. Sarri



Ecco tutte le partite:

ORE 18:45

Galatasaray – Lazio  0-1

Lokomotiv Mosca – Olympique Marsiglia  1-1

Fc Midtjylland – Ludogorets Razfgrad  1-1

Stella Rossa – Sporting Braga  2-1

Bayer 04 Leverkusen – Ferencvarosi Tc  2-1

Real Betis – Celtic  4-3

Dinamo Zagabria – West Ham United  0-2

Rapid Vienna – Krc Genk  0-1

ORE 21:00

Brondby If - Sparta Praga

Rangers - Olympique Lione

As Monaco - Sturm Graz

Psv Einfhoven – Real Sociedad

Leicester City – Napoli

Eintracht Francoforte – Fenerbahce

Olympiacos – Royal Antwerp

 

 




Al via l’Europa League 2021-2022 con due italiane impegnate nella prima giornata dei gironi.

Il Napoli sarà ospite del Leicester City, sicuramente la squadra più ostica del gruppo, inizio gara ore 21.

Dopo la vittoria in casa contro la Juve di sabato scorso, Spalletti decide di cambiare qualcosa nell’undici titolare: c’è Insigne dal primo minuto che agirà come sempre a sinistra.

Alle spalle di Osimhen ballottaggio tra Zielinski e Elmas, con il polacco che non è ancora al 100%. A destra invece prenderà il posto di Politano, autore del gol dell’1-1 contro i bianconeri, Lozano.

In difesa, dentro Malcuit e fuori Mario Rui, con Di Lorenzo che probabilmente cambierà fascia, mentre Rrahamani sostituirà Manolas.

Stesso modulo per Rodgers, con Vardy prima punta e Maddison dietro di lui.

In campo per le foxes anche una recente conoscenza della Serie A, Timothy Castagne, ex dell’Atalanta trasferitosi in Inghilterra nel 2020.

Per lui con la maglia della Dea 75 presenze e 5 gol.

 

Formazioni:

Leicester City: Schmeichel; Castagne, Soyuncu, Vestergaard, Bertrand; Tielemans, Ndidi; Albrighton, Maddison, Barnes; Vardy.   All. Rodgers

Napoli: Ospina; Malcuit, Rrahamani, Koulibaly, Di Lorenzo; Anguissa, Fabian Ruiz; Lozano, Zielinski/Elmas, Insigne; Osimhen.   All. Spalletti

 

Per la Lazio di Sarri invece c’è l’ostacolo Galatasaray, le due compagini in campo alle 18:45.

Le due squadre si sono già affrontate ben 5 volte, con il bilancio in perfetta parità: due vittorie ciascuno (anche se una dei giallorossi è stata in amichevole) ed un pareggio.

Meno roseo invece il bilancio delle prime gare del girone in Europa League per il club capitolino: 3 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte.

Sarri, dopo la batosta presa in campionato a San Siro dal Milan, non solo in termini di punti persi, prepara il turnover.

Dentro Muriqi al posto di Immobile e Strakosha per Reina; Escalante e Basic a centrocampo insieme a Milinkovic, mentre sugli esterni c’è da sciogliere il nodo Felipe Anderson/Pedro, con lo spagnolo che sembra essere favorito per una maglia da titolare; dall’altra parte, all’esordio in Europa, Mattia Zaccagni.

Ex della gara Fernando Muslera: il portiere classe ’86 ha vestito per 4 anni la maglia della Lazio, dal 2007 al 2011, con la quale ha disputato anche 4 gare di Europa League (stagione 2009-2010).

Formazioni:

Galatasaray: Muslera; Boey, Luyindama, Nelsson, Van Aanholt; Kutlu; Yilmaz, Morutan, Cicaldau, Akturkoglu; Digne.   All. Terim

Lazio: Strakosha; Lazzari, patric, Acerbi, Radu; Milinkovic, Escalante, Basic; Felipe Anderson/Pedro, Muriqi, Zaccagni.   All. Sarri