Il Chelsea sogna l'impresa: dal crollo Lampard al sogno Tuchel

Una stagione bizzarra per i Blues che hanno chiuso il campionato al 4 posto e perdendo la finale di Fa Cup contro il Leicester

Chelsea in finale di Champions

Chelsea in finale di Champions

Globalsport 29 maggio 2021

di Federico Materozzi
Una stagione caratterizzata da alti e bassi quella della squadra londinese, che stasera ha però l'opportunità di svoltare l'annata e di salire sul tetto d'Europa.

Un cammino turbolento partito sotto la guida di Frank Lampard, arrivato sulla panchina dei Blues il 4 luglio 2019.

Il matrimonio tra l'ex capitano della squadra e il Chelsea si è dovuto interrompere anticipatamente il 25 gennaio di questo anno nonostante la vittoria contro il Luton Town al 4° turno di Fa Cup del giorno prima.

La squadra veniva infatti da una serie di 5 sconfitte nelle ultime 8 gare di Premier League, si trovava al 9° posto in classifica, e eliminata dal Tottenham in Coppa di Lega.

Lampard era riuscito a conquistare il primato nel girone di Champions (con Sevilla, Krasnodar e Rennes, girone molto abbordabile), ma non bastava.

Serviva una svolta e la svolta è arrivata, sotto il nome di Thomas Tuchel.

L'ex tecnico del Psg, con il quale era arrivato in finale di Champions lo scorso anno, perdendo contro il Bayern Monaco, ha preso in mano la squadra stravolgendo gli equilibri.

Per lui 6 risultati utili consecutivi in campionato e passaggio del turno in Europa, eliminando l'Atletico Madrid, e in Fa Cup, eliminando lo Sheffield United.

Da quel momento in poi solo 2 battute d'arresto con le sconfitte contro West Bromwich (2-5) e Arsenal (0-1).

In Champions la squadra di Londra ha conquistato la semifinale eliminando il Porto vincendo all'andata 0-2 e perdendo il ritorno 0-1.

In semifinale poi è arrivata l'impresa.

Dico impresa perché sulla carta il Real Madrid partiva favorita.

Ma nel gioco è stato il Chelsea a dominare le Merengues ottenendo un 1-1 a Madrid e una fantastica e meritata vittoria per 2-0 a Stamford Bridge approdando in finale.

Purtroppo per i Blues la prima chance di portare a casa un trofeo è andata male con la sconfitta in finale di Fa Cup a Wembley contro il Leicester City.

La scorsa settimana si è conclusa anche la Premier League: il Chelsea si giocava la qualificazione alla prossima Champions League e bastava una vittoria contro l'Aston Villa.

La squadra di Tuchel ha perso 2-1, ma è riuscita ugualmente a terminare il campionato al 4° posto grazie alla sconfitta del Leicester contro il Tottenham.

Una vera e propria rimonta partita proprio da quel 9° posto con Lampard.

Stasera il Chelsea è chiamato a compiere un'altra impresa in una finale tutta inglese contro il City.

Nella sua storia il Chelsea ha vinto una sola Chiamato League nel 2011-12 quando sulla panchina c'era Di Matteo e in campo Drogba e lo stesso Lampard.

Oggi sarà come quella finale in cui era il Bayern Monaco a partire favorito.

Non sarà facile battere il City di Guardiola, ma sicuramente Tuchel riuscirà a trasmettere ai suoi la grinta giusta.