La Juventus vince lo spareggio Champions contro il Napoli per 2-1: Dybala decisivo al rientro

A sei mesi di distanza gioca il recupero del match: sblocca Ronaldo, raddoppia Dybala. Non basta Insigne al 90', Juventus che fa un grande passo verso la qualificazione

Paulo Dybala

Paulo Dybala

Globalsport 7 aprile 2021

Finisce 2-1 tra Juventus e Napoli dopo il doppio rinvio.
Una partita giocata a mille all'ora e che ha visto episodi contestati da una parte e dall'altra.
Nel primo tempo Cristiano Ronaldo sblocca il match e la Juventus sembra padrona del campo, sfiorando il 2-0.
Un episodio da rigore contestato per parte e che non è stata rivista al Var: prima Chiesa viene falciato in area, poi Zielinski sgambettato sull'altro fronte.
Penalty oltre ogni ragionevole dubbio
Nella ripresa il Napoli è più frizzante e spinge: Buffon è pronto in più di un'occasione, bianconeri pericolosi in contropiede.


A raddoppiare ci pensa Dybala al rientro dopo le polemiche, il 2-0 non ferma però la squadra di Gattuso.
Al 90' dimezzato il passivo con Insigne su calcio di rigore: Napoli che però non ha più occasioni per pareggiare.
Juventus che sale quindi a 59 punti, contro i 56 del Napoli, scalando al terzo posto al posto dell'Atalanta.

Fase di forcing della Juventus che trova il 2-0.
Ronaldo che recupera un palla dentro l'area di rigore e la gioca fuori per Bentancur, il quale serve Dybala.
L'argentino da appena dentro l'area di rigore calcia a giro e trova il raddoppio: trova il gol dopo tre mesi di assenza dal campo e a 5 minuti dal suo ingresso.


Due grosse occasioni per il Napoli e una per la Juventus: prima Di Lorenzo spara su Buffon, poi Cuadrado calcia a lato e poi Insigne trova ancora pronto l'estremo difensore bianconero.


Juventus che meriterebbe il raddoppio e crea almeno un paio di palle gol: prima con un slalom di Cuadrado e poi con una conclusione di Chiesa alta.


Proteste anche per un calcio di rigore sempre sull'esterno ex viola, che è apparso netto ma che non è stato oggetto di revisione al Var, così come successivamente per un episodio in area di rigore della Juventus su Zielinski.
Due rigori che sono sembrati evidenti, ma non assegnati.
Al 45' è comunque ancora 1-0.



Al 13' il solito Cristiano Ronaldo sblocca il risultato, ma è decisivo Chiesa: il suo slalom fa secco due uomini prima dell'assist al portoghese.
Il suo rasoterra di prima intenzione non dà scampo a Meret, 1-0.


Scendono in campo alle 18.45 Juventus e Napoli, in un vero e proprio spareggio decisivo per la zona Champions.
Queste le scelte di Pirlo e Gattuso:

Juventus (4-4-2): Buffon; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Morata, Ronaldo.



Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz, Demme; Lozano, Zielinski, Insigne; Mertens.


Sono passati sei mesi da quel 4 Ottobre 2020, una data scolpita nella mente dei tifosi di Juventus e Napoli che, dalla tv e sui social, assistettero al forfait della squadra azzurra che non si presentò a Torino per volere dell'Asl: oggi è finalmente arrivato il momento giusto per mettere una pietra sopra ad uno dei casi più spinosi degli ultimi anni e che hanno caratterizzato molto questa stagione di Serie A

Dai tribunali al campo, una sfida dal sapore europeo, con la Champions diventata improvvisamente l'obiettivo da non fallire per entrambe.
Per la 'Vecchia Signora' che dopo 9 anni, costretta a lasciare il posto lì in testa alla classifica; ancor di più per i partenopei che sembrano essere tornati quelli di un tempo dopo un periodo di appannamento.

Pirlo ritrova i tre moschettieri ceh tanto hanno fatto discutere in questi ultimi giorni: McKennie, Arthur e Dybala, ma solo i primi due saranno in campo: lo statunitense sulla fascia destra, il brasiliano in mezzo in coppia con Bentancur.
Completa il reparto mediano Chiesa, con Morata e Ronaldo a comporre il tandem offensivo.
Danilo verso il ritorno in difesa ma sulla corsia mancina, con Cuadrado sull'out opposto. De Ligt e Chiellini centrali davanti alla porta di Szczesny.

Tante novità di formazione per Gattuso, a partire dal ruolo di portiere: Ospina è pronto a riprendersi il posto da titolare dopo aver superato l'infortunio al quarto dito della mano sinistra.
Dietro si rivedranno Koulibaly (di rientro dalla squalifica) e Rrahmani (favorito su Manolas).
Di Lorenzo e Hysaj i terzini.

Recuperato pienamente Demme, titolare accanto a Fabian Ruiz, mentre sulla trequarti ci sarà il ritorno di Zielinski e di Lozano (in pole su Politano) con capitan Insigne.
Mertens tornerà al centro dell'attacco al posto di Osimhen, destinato a partire dalla panchina.

Appuntamento a stasera all'Allianz Stadium di Torino perchè, anche dopo 6 mesi, Juve Napoli non sarà mai una partita banale.