L'Inter vince anche a Bologna e vola a +8 sul Milan

Decide un gol di Lukaku nel primo tempo. Il distacco sui rossoneri ora si fa consistente, tenendo anche conto del recupero con il Sassuolo.

Lukaku segna il vantaggio dell'Inter

Lukaku segna il vantaggio dell'Inter

Globalsport 3 aprile 2021

Commento

Adesso lo scudetto non è più un semplice miraggio.
E' ormai cosa certa che l'Inter viaggi ad una velocità incredibile e, dopo aver centrato la nona vittoria consecutiva, la distanza dal Milan, secondo in classifica, è sempre più abissale, distacco che il prossimo mercoledì potrebbe perfino incrementare se l'Inter dovesse vincere anche il recupero con il Sassuolo.
A decidere il match è una rete nel primo tempo del solito Lukaku, bravo a concretizzare la prima vera occasione capitatagli nei primi 30 minuti.
I nerazzurri sembrano ormai aver assimilato completamente il Vangelo di Antonio Conte, il cui obiettivo costante è quello di vincere dimostrando concretezza, determinazione e coesione, al di là di un gioco brillante non per forza sempre richiesto.


Peccato per le ammonizioni di Bastoni e Brozovic che, entrambi diffidati, salteranno la partita con il Sassuolo.







Al Dall'Ara la partita termina 1-0 per l'Inter.


Nei minuti di recupero Barella, diffidato, lascia il posto a Vecino: esordio in campionato per lui.

All'86 due ammonizioni pesanti per l'Inter: Bastoni e Brozovic, entrambi diffidati, salteranno il recupero con il Sassuolo.

All'80' Mihajlovic opera altri due cambi inserendo Orsolini per Skov Olsen e Juwara per Dijks.

Al 74' l'Inter si guadagna una punizione dal limite, ma Sanchez trova la barriera e il tiro finisce in corner.

Al 70' ben due cambi da parte di entrambe le squadre: per il Bologna entrano Svanberg e Vignato per Dominguez e Sansone, mentre per l'Inter Sanchez e Darmian per Lautaro e Young.



Al 68' ancora Lukaku: il belga riceve palla da Barella, ma poi scivola e il suo sinistro viene deviato in corner.

Due minuti dopo l'Inter risponde con Lukaku che affonda sulla sinistra e crossa in area dove Lautaro, però, viene caparbiamente anticipato da Schouten.

Al 64' il Bologna ha un'altra chance: su cross di De Silvestri Sansone calcia al volo di destro, ma Handanovic è ben piazzato e blocca.

Al 61' Conte opera il suo primo cambio e inserisce Gagliardini al posto di Eriksen.

Al 58' ci prova Barrow che sulla sinistra punta Ranocchia uno contro uno per poi calciare sul secondo palo, ma il pallone non prende la traiettoria giusta e finisce largo sul fondo.

Al 50' l'Inter sfiora il raddoppio: Brozovic innesca Lautaro che, dal limite, calcia di destro, ma la palla si stampa sul palo.

Così come nei primi 45', è il Bologna ad avere la prima chance: al 47' Sansone aggancia in area, si gira bene ma il suo destro finisce alto. 

La seconda frazione riprende senza nessun cambio da parte di entrambe le squadre.


Secondo tempo 


Il primo tempo termina con i nerazzurri in vantaggio per 1-0 grazie a Lukaku, che ha saputo concretizzare la prima vera occasione della partita.

Nei minuti di recupero il Bologna spreca una ghiotta occasione su corner: la palla sfila bassa fino a centro area dove Soriano, a pochi passi, non riesce a trovare la porta.

Al 40’ ci prova anche Barella con un destro al volo dal limite, ma la palla finisce alta.


Al 35’ l’Inter sfiora il raddoppio prima con Ranocchia di testa, e poi con Lautaro di destro.


Al 31’, però, i nerazzurri sbloccano la partita: Bastoni crossa in mezzo per Lukaku che colpisce sicuro, ma Ravaglia compie il miracolo e la palla finisce sul palo; il belga, però, è lì in agguato e appoggia di destro per l’1-0 dell’Inter.




Dopo i minuti iniziali con buone chance da entrambi i fronti, ora la partita è in una fase di stallo senza alcuna azione realmente pericolosa.

Due minuti dopo i rossoblù ci provano con Sansone, la cui botta da 25 metri finisce ampiamente alta, ma era un’ottima chance.


Al 17’ l’Inter risponde con una punizione dai 25 metri di Eriksen, con la palla che finisce fuori non di molto.


Il Bologna parte forte e al 9’ si rende subito pericoloso con Soriano. Il trequartista riceve palla sul centro destra dell'area guadagnandosi il fondo, Handanovic esce e lui crossa, con la porta che resta vuota ma il pallone è fuori misura per chiunque.
 


Primo tempo




Pre-partita:

Dopo il pareggio del Milan, questa sera l’Inter ha la ghiotta possibilità di allungare sui rossoneri volando a +8 in classifica. L’avversario da affrontare sarà il Bologna di Mihajlovic.

Conte farà a meno di De Vrij, guarito dal Covid soltanto giovedì, mentre i rossoblù saranno senza il grande ex Palacio perché squalificato.

 

BOLOGNA (4-2-3-1): Ravaglia; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Dominguez; Skov Olsen, Soriano, Sansone; Barrow. All. Mihajlovic





INTER (3-5-2):
 Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Young; Lukaku, Lautaro Martinez. All. Conte