Ferrari: presentata la nuova monoposto per il Mondiale 2021

Il presidente Elkann: "Il 2020 ci ha resi più forti."

La nuova Ferrari

La nuova Ferrari

Globalsport 10 marzo 2021

Si alza il sipario sulla stagione 2021 della Ferrari: con un evento online, il Cavallino ha presentato la Sf21, la nuova monoposto della Ferrari con cui i piloti Charles Leclerc e Carlos Sainz prenderanno parte al campionato Mondiale 2021 di Formula 1.

Il Cavallino, dunque, ha tolto il velo alla nuova vettura che avrà l'arduo compito di cancellare la disastrosa SF-1000, con cui la scuderia di Maranello nel 2020 ha chiuso quella che numeri alla mano è stata la sua peggior stagione nel Circus degli ultimi 40 anni.

Sembra essere certo che la Power Unit della Sf21 sarà completamente nuova rispetto a quella della Sf-1000, così come il fatto che il nuovo motore termico svilupperà un numero di cavalli superiore al suo predecessore. Sulla Sf21 ci sarà, difatti, un nuovo intercooler e un netto miglioramento della parte ibrida con una Mgu-K in grado di aumentare il tempo di erogazione della potenza elettrica durante il giro.

Secondo le indiscrezioni, a Maranello si augurano di arrivare ad una cifra tra i 30 e i 50 cv in più rispetto al 2020: a conferma di ciò sono arrivate le parole del team principal Mattia Binotto che ha confermato come la Ferrari abbia risolto i problemi di velocità in rettilineo, vero tallone d'Achille della SF-1000.

Di certo c'è anche che nella nuova Sf21 sarà rivista anche l'aerodinamica nonostante le limitazioni alle ore in galleria del vento non abbiano permesso una completa rivoluzione. I due token a disposizione sono stati giocati sul retrotreno della monoposto e sulla scatola del cambio completamente riprogettati rispetto alla SF-1000. Per quanto riguarda la parte anteriore si continuerà invece a puntare sul muso largo (anche se in tal senso ci sarà qualche piccola novità) e la filosofia outwash per l'ala (che spinge l’aria esternamente alle ruote anteriori). La nuova SF21, inoltre, avrà anche una nuova trasmissione stretta che, grazie allo spostamento degli attacchi, permetterà una maggiore stabilità della sospensione posteriore a comando idraulico. Dalla nuova trasmissione dipende anche il nuovo posizionamento degli scarichi che saranno di conseguenza più vicini al fondo della monoposto.

Infine, anche dal punto di vista cromatico, la nuova vettura dovrebbe mostrare delle novità rispetto al recente passato dato che la livrea dovrebbe avere due tonalità di rosso, il classico rosso ‘Ferrari’ e un rosso ‘Pantone' (simile a quello utilizzato in occasione dello scorso Gp del Mugello quando la scuderia di Maranello ha festeggiato il Gp numero mille in Formula 1) e che le grafiche del title sponsor Mission Winnow saranno nere anziché bianche.

La casa di Maranello è già in Bahrain, dove da domani parte una tre giorni di test.

Queste le parole del presidente John Elkann: “Il 2020 è alle nostre spalle ma non sarà dimenticato, anzi ci avrà resi più forti. Eccoci al 2021, non vediamo l’ora di tornare in pista. E’ stato eccitante vedere come Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno contribuito insieme ai nostri tecnici e meccanici alla preparazione della stagione. Questa eccitazione si può toccare con mano. Tutti sono ansiosi di mettere in pista la vettura e dare il massimo.”